WhatsApp introduce una funzionalità che cambia il modo di inviare i video (foto)

Tra le varie funzioni scovate nella versione 2.21.3.13 di WhatsApp Beta, una in particolare è in corso di rilascio e riguarda l’ambito della condivisione dei video.

Infatti, a partire da ore gli utenti Android che si servono di questo servizio di messaggistica istantanea per conversare con i loro contatti potranno decidere di rendere muti i loro video prima di inviarli. Questa opzione è utilizzabile nella sezione di editing video.

LEGGI ANCHE: OnePlus 8/8 Pro e 8T ricevono l’aggiornamento della OxygenOS con le patch di sicurezza di gennaio

Al momento WhatsApp sta distribuendo ai molti suoi utenti beta questa funzionalità, che noi stessi vi segnaliamo come presente su uno dei nostri dispositivi. Per poter godere in anteprima di queste novità vi ricordiamo che potete iscrivervi al programma Beta visitando la seguente pagina.

Immagini

L’articolo WhatsApp introduce una funzionalità che cambia il modo di inviare i video (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


WhatsApp introduce una funzionalità che cambia il modo di inviare i video (foto)

Nuovo aggiornamento per WhatsApp Beta: poche novità, ma un grosso spoiler (foto)

L’applicazione di messaggistica WhatsApp, finita di recente nell’occhio del ciclone per la vicenda riguardante le modifiche ai termini di servizio, ha rilasciato un nuovo aggiornamento della sua app per Android in versione Beta. L’update non porta apparentemente alcuna novità, ma fornisce qualche indizio su possibili miglioramenti in arrivo con le prossime release.

LEGGI ANCHE: Google misurerà la vostra frequenza cardiaca e ritmo respiratorio con una fotocamera

La funzione a cui WhatsApp sta lavorando in questa versione 2.21.3.13 sarebbe il Mention Badge, che in sostanza farà apparire il badge con la chiocciola sulla riga corrispondente nella schermata con tutte le vostre chat quando riceverete una menzione in un gruppo. Questa funzione è in fase di sviluppo e sarà disponibile in qualche aggiornamento futuro. Oltre a questo spoiler c’è poco altro di nuovo, se non il pacchetto di adesivi animati recentemente rilasciato Taters n tots, che fa leva sui sempre vincenti gattini e cagnolini, ed è disponibile anche per le versioni precedenti.

L’articolo Nuovo aggiornamento per WhatsApp Beta: poche novità, ma un grosso spoiler (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Nuovo aggiornamento per WhatsApp Beta: poche novità, ma un grosso spoiler (foto)

Gli Stati di WhatsApp: il nuovo modo del servizio per comunicare le sue novità (foto)

Nelle ultime ore tutti coloro che sono soliti controllare gli stati WhatsApp dei propri amici o parenti avranno senza dubbio notato una novità: la presenza in quella lista di una nuova icona, proprio quella del servizio di messaggistica.

Parliamo in tutto e per tutto di una serie di storie pubblicate dal team dall’applicazione, e questo spazio sarà utilizzato per comunicare a tutti gli utenti (sia Android che iOS) tutte le novità e gli aggiornamenti che in futuro saranno introdotti. Ma non solo. Con i primi post condivisi WhatsApp si premura di sottolineanre la sua attenzione verso la crittografia e il rispetto della privacy. Inoltre, a differenza di quanto è possibile fare con i comunissimi utenti, questo non può essere silenziato.

LEGGI ANCHE: Il confronto tra Samsung Galaxy S21 Ultra e iPhone 12 Pro Max

Memori di quanto successo nelle scorse settimane in riferimento alla controversia legata all’ultimo aggiornamento della politica sulla privacy di WhatsApp, che ha generato non poche critiche tanto che l’entrata in vigore dei cambiamenti è stata posticipata a maggio 2021, non appare casuale che il servizio abbia deciso di improntare i primi avvisi proprio su questo delicato argomaneto. L’obiettivo sarebbe anche quello di riottenere la fiducia da parte degli utenti, dal momento che gli ultimi accadimenti hanno spinto molto ad abbandonare l’app di messaggistica verde per migrare verso altre concorrenti, come Telegram e Signal.

Immagini

L’articolo Gli Stati di WhatsApp: il nuovo modo del servizio per comunicare le sue novità (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Gli Stati di WhatsApp: il nuovo modo del servizio per comunicare le sue novità (foto)

Signal riceve tante novità sulla scia di WhatsApp (foto)

A partire da quando WhatsApp ha deciso di introdurre i nuovi termini di servizio, comunque non applicabili ai cittadini europei e poi posticipati, sono stati diversi gli utenti che l’hanno abbandonata in favore di altri lidi. Tra questi troviamo Signal.

L’app lanciata dall’ex creatore di WhatsApp ha ricevuto milioni di adesioni nelle ultime settimane, come essa stessa ha celebrato. Il successo sembra aver smosso il suo team di sviluppo, il quale nelle ultime ore ha introdotto diverse novità ispirate a quanto già disponibile in WhatsApp:

  • Rinnovata l’interfaccia per modificare e personalizzare lo sfondo chat. Attualmente è molto simile a quella presente in WhatsApp.
  • La scheda relativa alle informazioni di contatto è stata rinnovata.
  • Arrivano gli sticker animati. Il primo pacchetto si chiama Day by Day. Dalla versione desktop di Signal è anche possibile creare degli sticker animati.
  • Introdotta la funzionalità Low Data per risparmiare traffico dati in chiamata.
  • Introdotti i suggerimenti di contatti Signal nella sezione di condivisione iOS.
  • Possibilità di personalizzare il download automatico dei contenuti in chat in base alla tipologia.
  • Esteso a 8 partecipanti il limite per le chiamate di gruppo.
  • Introdotta la possibilità di invitare i contatti a una chiamata tramite link.

LEGGI ANCHE: come sarà il futuro di Android Auto?

Le novità appena descritte sono in fase di distribuzione attraverso i più recenti aggiornamenti delle app Android e iOS di Signal. Fateci sapere se siete tra coloro che li stanno provando. Qui sotto trovate i badge di download dai rispettivi store.

L’articolo Signal riceve tante novità sulla scia di WhatsApp (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Signal riceve tante novità sulla scia di WhatsApp (foto)

L’app che vi semplificherà la vita nel destreggiarvi tra WhatsApp, Telegram, Signal e non solo (foto)

Al giorno d’oggi sugli smartphone della maggior parte degli utenti troviamo installate almeno un paio di app di messaggistica istantanea, prime fra tutte WhatsApp, Telegram e, negli ultimi tempi, Signal. Pertanto può essere non semplice gestirle tutte.

Su Reddit è appena emersa un’interessante app, denominata DM Me, che si pone l’obiettivo di semplificare la gestione di diverse app di messaggistica sullo stesso device. L’app consiste in una sorta di rubrica che raccoglie tutti i contatti salvati con le relative opzioni per accedere alle specifiche chat nelle app di messaggistica. Come vedete dagli screenshot presenti in galleria, l’app al primo avvio permetterà di impostare l’ordine di priorità di presentazione delle app di messaggistica.

LEGGI ANCHE: Cyberpunk 2077, la recensione

DM Me include nella sua lista tutti i contatti che risultano registrati alle app di messaggistica supportate. Tra le app supportate troviamo anche quella relativa agli SMS. Tra le impostazioni dell’app troviamo anche quella per nascondere i contatti che non risultano registrati su nemmeno una delle app supportate. Infine, è possibile fissare in alto specifici contatti.

L’app DM Me è disponibile in anteprima sul Play Store, qui sotto trovate il badge di download gratuito. Essendo in un primo stadio di sviluppo, supporta solo WhatsApp, Telegram, Signal e SMS, ma lo sviluppatore ha fatto sapere di voler aggiungere Facebook Messenger a partire dal prossimo aggiornamento.

L’articolo L’app che vi semplificherà la vita nel destreggiarvi tra WhatsApp, Telegram, Signal e non solo (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


L’app che vi semplificherà la vita nel destreggiarvi tra WhatsApp, Telegram, Signal e non solo (foto)

WhatsApp e la condivisione dei dati con Facebook: obbligatoria, ma non in Europa (aggiornato: rinvio)

Volete sapere come WhatsApp condivide i vostri dati con tutta la grande famiglia di Facebook? Ve lo spiega direttamente l’app di messaggistica verde, che nell’ultimo aggiornamento della sua politica sulla privacy ha incluso un’apposita sezione nella quale spiega in che modo condivide i dati con i suoi fratelli Facebook e Instagram. Facendo parte di un ecosistema più ampio, è infatti importante sapere che i vostri dati non rimangono all’interno del servizio, ma vengono messi a disposizione anche delle altre due società del gruppo.

LEGGI ANCHE: WhatsApp Beta: il supporto multi-dispositivo sarà testato prima su WhatsApp Web Beta?

Nulla di scioccante o inaspettato, poiché stando alle parole usate da WhatsApp, i principali motivi per cui questo avviene sono legati a comodità e sicurezza. La condivisione permette di migliorare la vostra esperienza di integrazione con altri servizi Facebook, suggerendovi amici e contenuti, personalizzando le funzioni e aiutandovi a fare acquisti anche attraverso il vostro account Facebook Pay. Lo stesso vale per Instagram. Gli altri vantaggi di cui WhatsApp parla sono legati alla vostra “sicurezza, protezione e integrità”. Infatti, i dati vengono utilizzati per gestire meglio gli abusi e lo spam.

Non si tratta sicuramente di rivelazioni particolarmente scottanti, ma di informazioni che è sempre meglio conoscere quando si decide di usufruire di tale servizio.

Il 7 gennaio WhatsApp ha diramato anche in Italia la notifica di aggiornamento dei propri termini di utilizzo e dell’informativa sulla privacy, facendo cenno anche alla condivisione dei dati con Facebook e altri servizi legati alla società Facebook Inc..

Ogni utente che usa WhatsApp deve obbligatoriamente accettare i nuovi termini, che entreranno in vigore ufficialmente dall’8 febbraio 2021. Dopo tale data, se non si accettano i termini proposti, non si potrà continuare ad utilizzare WhatsApp. Seguendo questo link è possibile consultare i nuovi termini di servizio, seguendo quest’altro link invece si può leggere la nuova Informativa sulla privacy di WhatsApp. Proprio in quest’ultimo documento ci sono alcuni passaggi relativi alla condivisione dei dati all’interno dell’ecosistema Facebook:

In quanto parte delle aziende di Facebook, WhatsApp riceve informazioni da, e condivide informazioni con, le altre aziende di Facebook per assicurare protezione, sicurezza e integrità nei prodotti delle aziende di Facebook, ad es. contrastando spam, minacce, abusi o violazioni.

WhatsApp collabora e condivide inoltre informazioni con le altre aziende di Facebook che agiscono per nostro conto per rendere disponibili, fornire, migliorare, capire, personalizzare, supportare, e commercializzare i nostri Servizi. Ciò include la fornitura di infrastrutture, tecnologia e sistemi, ad es. per fornire messaggistica rapida e affidabile e chiamate in tutto il mondo, migliorare l’infrastruttura e i sistemi di consegna, comprendere come vengono usati i nostri Servizi, aiutarci a fornire all’utente un modo per connettersi con le attività commerciali, e proteggere i sistemi. Quando riceviamo servizi dalle aziende di Facebook, le informazioni che condividiamo con loro vengono utilizzate per conto di WhatsApp e in conformità alle nostre istruzioni. Qualsiasi informazione che WhatsApp condivide su questa base non può essere usata dalle aziende di Facebook per finalità loro proprie.

C’è un ulteriore link da consultare nel caso vogliate approfondire il tema. Tra i dati ad esempio analizzati da Facebook ci sono i seguenti, come specificato nella pagina che abbiamo appena linkato:

… per fornire a WhatsApp servizi di raccolta di dati statistici, Facebook elabora il numero di telefono che hai verificato al momento dell’iscrizione a WhatsApp, alcune informazioni sul tuo dispositivo (gli identificativi del dispositivo associati allo stesso dispositivo o account, la versione del sistema operativo, la versione dell’applicazione, informazioni sulla piattaforma, il prefisso internazionale del tuo numero di cellulare e il codice di rete e flag che permettono il tracciamento dei consensi e scelte e controlli adottati) e alcune informazioni di utilizzo (l’ultima volta in cui hai utilizzato WhatsApp, la data di registrazione dell’account, il tipo di funzioni che usi e con quale frequenza) per conto di WhatsApp e in conformità con le nostre istruzioni.

Aggiornamento08/01/2021 ore 20:30

Dopo le numerose polemiche in merito, l’azienda stessa è intervenuta sulla spinosa vicenda. Niamh Sweeny, Director of Policy di Whatsapp per l’area Emea ha specificato i termini dell’aggiornamento, chiarendo una volta per tutte che non avverrà “nessuna condivisione di dati con Facebook” per i mercati protetti dal Gdpr.

Aggiornamento11/01/2021 ore 18:30

Un nuovo capitolo si aggiunge alla saga. Secondo quanto riferito a The Verge direttamente da un portavoce di Facebook, sembra che i cambiamenti che entreranno in vigore siano stati progettati per affrontare il tema della condivisione dei dati tra Facebook e WhatsApp ma solo per quanto riguarda i clienti business. Nulla sta effettivamente cambiando per le chat degli utenti “comuni”. 

Aggiornamento12/01/2020

La saga continua, con WhatsApp che pubblica un tweet per rispondere ad alcuni dei dubbi più diffusi in merito alla condivisione di dati con Facebook.

  • WhatsApp non può leggere i messaggi, né ascoltare le chiamate, e nemmeno Facebook può farlo
  • WhatsApp non tiene registri su chi chiami/messaggi chi
  • WhatsApp non può vedere le posizioni condivise tra utenti, e nemmeno Facebook
  • WhatsApp non condivide i vostri contatti
  • I gruppi WhatsApp restano privati
  • Potete sempre impostare i messaggi effimeri
  • Potete scaricare i vostri dati

A questo unite quanto già chiarito a proposito del Gdpr, e per gli utenti europei sembra che non ci siano particolari ragioni di apprensione.

Aggiornamento15/01/2021

WhatsApp ha rinviato l’entrata in vigore dei suoi nuovi termini di servizio fino al 15 maggio 2021, rassicurando sul fatto che l’8 febbraio non ci saranno account sospesi né cancellati. In questo modo ci sarà più tempo per informare meglio gli utenti, anche si parla di eventuali modifiche rispetto a quanto annunciato in precedenza. Ne abbiamo anche parlato in un video di opinione, che trovate qui sotto.

L’articolo WhatsApp e la condivisione dei dati con Facebook: obbligatoria, ma non in Europa (aggiornato: rinvio) sembra essere il primo su AndroidWorld.


WhatsApp e la condivisione dei dati con Facebook: obbligatoria, ma non in Europa (aggiornato: rinvio)

I passi falsi di WhatsApp e Twitter fanno volare Telegram

AGI – Telegram ha registrato 25 milioni di nuovi utenti nelle ultime 72 ore. Lo ha dichiarato il suo fondatore, Pavel Durov. L’annuncio arriva nel momento in cui WhatsApp, principale rivale dell’app di messaggistica, è al centro di numerose polemiche per via dell’aggiornamento dei termini di utilizzo che consentiranno di condividere più dati con Facebook.

Durov, 36 anni, di cui qualcuno passato in Italia durante l’infanzia, ha dichiarato sul suo canale Telegram che l’app ha registrato oltre 500 milioni di utenti attivi mensili nelle prime settimane di gennaio e “25 milioni di nuovi utenti si sono uniti a Telegram solo nelle ultime 72 ore”.

Durov non cita mail l’app rivale, ma spiega che, a suo avviso, “la gente non vuole più scambiare la propria privacy con servizi gratuiti”.

I nuovi termini di WhatsApps hanno suscitato critiche in quanto gli utenti extraeuropei che non accettano le nuove condizioni prima dell’8 febbraio saranno tagliati fuori dall’applicazione di messaggistica. Durov martedì ha detto che Telegram è diventato il “più grande rifugio” per quanti cercano una piattaforma di comunicazione privata e sicura e ha assicurato ai nuovi utenti che il suo team “prende questa responsabilità molto seriamente”.

Telegram è stata fondata nel 2013 dai fratelli Pavel e Nikolai Durov, che hanno anche fondato il social network russo VKontakte. Una delle caratteristiche che l’hanno resa popolare è il rifiuto di collaborare con qualsiasi autorità e di consegnare le chiavi di cifratura dei messaggi, il che ha portato al suo divieto in diversi Paesi, tra cui la Russia. Anche se sul finire dello scorso anno Mosca ha annunciato che revocherà il divieto. 

@arcamasilum


I passi falsi di WhatsApp e Twitter fanno volare Telegram

WhatsApp sta per ricevere una delle funzionalità che manca di più: tutti i dettagli su Read Later (foto)

WhatsApp si dimostra un perenne cantiere riguardo alle funzionalità in fase di sviluppo e in fase di test. Nell’aggiornamento più recente dell’app Android sono state scovate interessanti novità su una nuova feature.

Stando a quanto scovato dai soliti di WABetaInfo nel teardown della versione 2.21.2.2 dell’app Android di WhatsApp Beta, il team di sviluppo starebbe lavorando all’introduzione della sezione Read Later. Questa non arriverebbe come una novità assoluta bensì come un cambio di nome per la sezione Archivio delle chat. Quest’ultima infatti diventerebbe Read Later, nella quale posizionare le chat dalle quali non si vogliono ricevere notifiche.

LEGGI ANCHE: Xiaomi Mi Watch Lite, la recensione

Le immagini presenti in galleria, estratte in anteprima da WABetaInfo, mostrano che la “nuova” sezione offrirà la possibilità agli utenti di mutare automaticamente le chat dalle quali arriveranno nuovi messaggi, con la possibilità di ripristinarle in un secondo momento e leggere tutti i nuovi messaggi ricevuti. Si tratterebbe dunque di un metodo indiretto per rimandare la notifica dei nuovi messaggi, a patto di ricordarsi di ripristinare le chat posizionate in Read Later una volta concluso il periodo in cui non si vogliono interruzioni.

La novità per WhatsApp è attualmente in fase di sviluppo da parte del team software dell’app e pertanto non è disponibile a livello pubblico. Presumiamo che, al momento del primo rilascio pubblico, questa verrà distribuita prima agli utenti che hanno aderito al programma di beta testing, questo è l’indirizzo per iscriversi.

L’articolo WhatsApp sta per ricevere una delle funzionalità che manca di più: tutti i dettagli su Read Later (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


WhatsApp sta per ricevere una delle funzionalità che manca di più: tutti i dettagli su Read Later (foto)

Impennata di attivazioni su Signal dopo l’aggiornamento sulla privacy di WhatsApp

Come aumentare gli utenti di Signal? Grazie alla decisione presa da WhatsApp di condividere i dati degli utenti con Facebook.

Link all’articolo originale: Impennata di attivazioni su Signal dopo l’aggiornamento sulla privacy di WhatsApp


Impennata di attivazioni su Signal dopo l’aggiornamento sulla privacy di WhatsApp

WhatsApp, sempre più vicina l’integrazione con Facebook. Ecco la nuova informativa sulla privacy!

WhatsApp sta inoltrando agli utenti la nuova informativa sulla privacy che introduce l’integrazione con i servizi di Facebook.

Link all’articolo originale: WhatsApp, sempre più vicina l’integrazione con Facebook. Ecco la nuova informativa sulla privacy!


WhatsApp, sempre più vicina l’integrazione con Facebook. Ecco la nuova informativa sulla privacy!

Antitrust USA contro Facebook: “Instagram e WhatsApp devono andarsene”

La Federal Trade Commission USA ed una coalizione di ben 48 stati, hanno lanciato due cause per “monopolio illegale” contro Facebook per pratiche anticoncorrenziali, con particolare attenzione all’acquisizione di Instagram e WhatsApp.

L’FTC accusa Facebook di aver usato la sua posizione per eliminare qualunque minaccia al proprio monopolio, puntando espressamente il dito contro l’acquisizione di Instagram e WhatsApp, contro la quale mira ad ottenere un’ingiunzione permanente che possa includere, tra le altre cose, la vendita forzata di Instagram e WhatsApp.

Inoltre, Facebook avrebbe attuato anche un comportamento anti-competitivo contro software di terze parti e rimosso l’accesso ad alcune preziose funzioni della sua piattaforma. L’esempio è quello di Vine, che inizialmente sfruttava delle API di Facebook per trovare degli amici; API il cui accesso è stato prontamente negato a Vine, per ordine di Zuckerberg stesso.

La causa intentata dai 48 stati, guidata dalla procuratrice generale di New York, Letitia James, verte invece intorno al fatto che Facebook avrebbe continuamente cercato di eliminare la concorrenza comprando aziende più piccole (tra le quali anche Instagram e WhatsApp) prima che queste diventassero abbastanza grandi da costituire una minaccia, accentrando di fatto tutto il “potere social” su di sé.

L’affondo è di quelli che sembrano molto seri, sia per i nomi coinvolti, che per le accuse mosse, tanto che il titolo di Facebook ha già perso quasi 4 punti percentuali a Wall Street. La causa andrà ragionevolmente avanti per mesi, e se dovesse raggiungere lo scopo che si è prefissata lo scenario social a livello globale potrebbe cambiare non poco. Del resto, se ci pensate bene, Facebook, Instagram e WhatsApp sono una triade che per la maggior parte degli utenti esaurisce ogni “bisogno” di social network che ci sia.

L’articolo Antitrust USA contro Facebook: “Instagram e WhatsApp devono andarsene” sembra essere il primo su AndroidWorld.


Antitrust USA contro Facebook: “Instagram e WhatsApp devono andarsene”

WhatsApp riceverà una novità per la condivisione video che vi piacerà parecchio (foto) (aggiornato: novità su iOS)

WhatsApp ha rilasciato un nuovo aggiornamento per la versione beta della sua app Android, il quale non introduce particolari novità ma include alcuni suggerimenti su un’interessante funzionalità in fase di sviluppo.

L’aggiornamento per l’app WhatsApp consiste nella versione 2.20.207.2 e ha svelato, grazie al teardown svolto da WABetaInfo, lo sviluppo di un’utile funzionalità che riguarda la condivisione dei video: questa consisterà in un’opzione per mutare automaticamente i video condivisi in chat WhatsApp. Come vedete dall’esempio presente in galleria, la rimozione dell’audio dal video in condivisione sarà possibile attraverso la solita interfaccia di editing integrata in WhatsApp prima della condivisione.

LEGGI ANCHE: vota la tua fotocamera top di gamma preferita

Al momento non sappiamo quando esattamente verrà distribuita a livello pubblico la novità, immaginiamo che arriverà prima per gli utenti aderenti alla versione beta dell’app, questo è l’indirizzo per iscriversi.

Aggiornamento18/11/2020 ore 21:40

WhatsApp ha recentemente aggiornato anche la sua versione beta dell’app iOS, introducendo una piccola novità per la sezione delle impostazioni: l’opzione che in precedenza era nota come FAQ ora è stata rinominata in Help Center.

La novità dovrebbe essere disponibile a partire dalla versione 2.20.207.3 di WhatsApp Beta per iOS.

L’articolo WhatsApp riceverà una novità per la condivisione video che vi piacerà parecchio (foto) (aggiornato: novità su iOS) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

WhatsApp riceve una novità per la segnalazione dei contatti: in rollout per chi ha la beta (foto)

WhatsApp ha appena ricevuto un nuovo aggiornamento rivolto alla versione beta della sua app Android, il quale introduce una novità immediata che riguarda la procedura di segnalazione dei contatti.

L’aggiornamento appena introdotto per WhatsApp Beta corrisponde alla versione 2.20.206.3 dell’app Android. La novità introdotta consiste in un nuovo processo di segnalazione contatti: questo prevede che al momento della segnalazione vengano inoltrati i messaggi più recenti scambiati con il contatto incriminato, in modo che il team di WhatsApp possa valutare la rilevanza della segnalazione e delle eventuali trasgressioni ai termini di servizio.

LEGGI ANCHE: rimanete aggiornati sul Black Friday 2020

La nuova procedura coinvolge le segnalazioni dei contatti singoli, dei gruppi e dei contatti Business. Attualmente non vi è un’opzione per impedire la condivisione dei messaggi più recenti scambiati con il contatto segnalato nell’ambito della segnalazione stessa.

La novità appena descritta è in fase di distribuzione tramite l’ultimo aggiornamento per gli utenti che hanno aderito alla beta, probabilmente verrà distribuito più avanti anche a chi ha la versione stabile di WhatsApp. Vi ricordiamo che per installare la beta sarà necessario iscriversi all’apposito programma di testing.

L’articolo WhatsApp riceve una novità per la segnalazione dei contatti: in rollout per chi ha la beta (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld