Xiaomi presenterà serie 13 e MIUI 14 giovedì

Nelle ultime settimane sono apparse sempre più anticipazioni attorno ai nuovi Xiaomi 13, che ne hanno rivelato design, risoluzione dello schermo e molte altre caratteristiche come il processore.

Tutto lasciava intendere che il gigante cinese fosse prossimo alla presentazione dei suoi nuovi top, e infatti stamattina dalla Cina è arrivata la conferma ufficiale: la serie Xiaomi 13, composta da Xiaomi 13 e Xiaomi 13 Pro, verranno annunciati giovedì 1° dicembre insieme alla nuova interfaccia MIUI 14.

Offerte Amazon

L’immagine di invito (che potete vedere qui sopra) non rivela molto più di quanto già non sapessimo, ovvero si intravede un bordo piatto in metallo stile iPhone. Per quanto riguarda lo schermo, invece, Xiaomi 13 è dotato di un pannello frontale piatto, mentre quello di Xiaomi 13 Pro è curvo.

Come possiamo vedere dall’immagine, inoltre, è presente il logo Leica, quindi entrambi i telefoni avranno ottiche create in collaborazione con il noto marchio tedesco di fotocamere.

Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche, entrambi i telefoni dovrebbero montare il Soc Snapdragon 8 Gen 2, mentre si differenzieranno per dimensioni e tipo di schermo, oltre che per il comparto fotografico.

Xiaomi ha infatti confermato che Xiaomi 13 utilizzerà un pannello da 6,2 pollici OLED FHD+ (come il suo predecessore non LTPO, riservato al modello Pro), ma con frequenza di aggiornamento a 120Hz e sarà dotato di cornici ultra sottili di soli 1,61 mm su tutti i lati. Lato fotocamere, avremo un sensore principale Sony IMX8 da 50 megapixel con OIS.

La versione Pro, invece, potrebbe avere uno schermo curvo Samsung 2K E6 AMOLED da 6,7 ​​pollici e cornici più ridotte rispetto a quelle viste su Xiaomi 12 Pro. Le cose si fanno più gustose per il comparto fotografico, che dovrebbe ricevere lo stesso sensore IMX989 da 1 pollice, con OIS, che abbiamo potuto solo desiderare in Xiaomi 12S Ultra, e che si spera sia stato meglio sfruttato dal punto di vista software.

La presentazione avverrà in Cina giovedì 1 dicembre alle ore 19:00. 

L’articolo Xiaomi presenterà serie 13 e MIUI 14 giovedì sembra essere il primo su Androidworld.


Xiaomi presenterà serie 13 e MIUI 14 giovedì

Xiaomi 12T Pro Daniel Arsham Edition: concepito come una scultura

Xiaomi 12T Pro (qui trovate la nostra recensione) è uno smartphone concreto, grazie a una buona fotocamera principale, a un bel display, a buona autonomia e in generale a un ottimo hardware. Forse non particolarmente originale, ma ecco che a questo ci ha pensato Daniel Arsham

L’artista newyorkese, autore di numerose personali nei musei d’arte moderna di tutto il mondo, ha infatti collaborato con Xiaomi per creare un’edizione limitata del telefono in linea con la sua estetica “Future Archeological”. 

BLACK FRIDAY AMAZON

Xiaomi 12T Pro Daniel Arsham Edition è uno smartphone da collezione, che nelle intenzioni di questa collaborazione diventa un prodotto iconico che coniuga passato, presente e futuro in un design contemporaneo.

Giocando con le texture delle sue proposte scultoree di obsolescenza ed erosioni naturali e pensando alla prospettiva di un futuro immaginario di dematerializzazione digitale, Daniel Arsham ha creato un oggetto senza tempo di “archeologia fittizia”, partendo dalla scatola scultorea alla sensazione estetica e fisica del telefono stesso.

Daniel Arsham spiega di aver concepito “Xiaomi 12T Pro come se fosse una scultura il cui scopo esula dall’essere un oggetto funzionale; tra 20 anni le persone che lo avranno non lo useranno più come un semplice smartphone ma come un oggetto scultoreo, legato a un particolare momento storico e che va al di là della sua funzionalità“.

Yiyang Liu, Head of Co-branding di Xiaomi, spiega che questa collaborazione non è “solo incentrata su uno smartphone, bensì su una tecnologia avanzata utilizzata per realizzare il progetto dell’artista. Crediamo sia un prodotto affascinante per le persone di oggi e rimarrà un pezzo da collezione per i decenni a venire“.

Caratteristiche tecniche

Ricordiamo brevemente le caratteristiche tecniche di Xiaomi 12T Pro.

  • Schermo: 6,67” CrystalRes AMOLED, 1.220 x 2.712 pixel, 446ppi, 20:9, AdaptiveSync (30/60/90/120 Hz), 480 Hz touch sampling rate, luminosità 500 nit (900 nit di picco), contrasto 5.000.000:1, HDR10+, Dolby Vision 68 miliardi di colori a 12-bit, Gorilla Glass 5
  • CPU: Qualcomm Snapdragon 8+ Gen 1
  • RAM: 8 / 12 GB LPDDR5
  • Archiviazione: 128 / 256 GB UFS 3.1
  • Fotocamera posteriore:
    • Principale: 200 megapixel Samsung ISOCELL HP1, sensore da 1/1,22”, pixel size 0,64 μm, 1,28 μm 4-in-1, 2,56 μm 16-in-1 super, f/1.69, FOV 85°, OIS
    • Grandangolo: 8 megapixel, FOV 120°, sensore da 1/4”, 1,12 μm pixel size, f/2.2
    • Macro: 2 megapixel, sensore da 1/5”, 1,75 μm pixel size, f/2.4
  • Fotocamera anteriore: 20 megapixel, sensore da 1/3,47”, 0,8 μm pixel size, f/2.24, FOV 78°
  • Connettività: dual SIM, 5G (NSA+SA), Wi-Fi 6, Bluetooth 5.2, NFC GPS
  • Dimensioni: 163,1 x 75,9 x 8,6 mm
  • Peso: 205 grammi
  • Batteria: 5.000 mAh con ricarica a 120 Watt (caricabatterie incluso)
  • OS: Android 12 con MIUI 13

Xiaomi non ha rivelato il quantitativo di RAM e memoria interna dell’edizione..

Prezzi e disponibilità

Xiaomi 12T Pro Daniel Arsham Edition sarà disponibile in Europa Occidentale in quantità limitata: solo 2.000 pezzi al prezzo di 899,00 euro, in pre-vendita dalle ore 10.00 del 5 dicembre su mi.com e su highsnobiety.com e dalle ore 10.00 del 16 dicembre anche presso il pop-up store Xiaomi x Daniel Arsham di Berlino. 

L’articolo Xiaomi 12T Pro Daniel Arsham Edition: concepito come una scultura sembra essere il primo su Androidworld.


Xiaomi 12T Pro Daniel Arsham Edition: concepito come una scultura

Xiaomi 13 potrebbe essere lanciato come Xiaomi 14: ecco le prime specifiche

Xiaomi è pronta a lanciare la sua nuova serie di smartphone di punta in Cina. La società, infatti, ha già confermato che i nuovi modelli avranno delle specifiche tecniche di primo livello, a partire dalla presenza del nuovo processore di Qualcomm, lo Snapdragon 8 Gen 2. Per quanto riguarda la denominazione degli inediti dispositivi, ancora nessuna novità, anche se ci si aspetta che si chiameranno “Xiaomi 14” (saltando, dunque, la “serie 13”).

Il lancio, invece, sarebbe stato previsto nel mese di dicembre 2022 (in Europa ad inizio 2023), mentre su “3C” sono apparse alcune caratteristiche di un modello identificato col numero di modello “2211133C” (dovrebbe essere il modello “standard”). Questo dispositivo avrà al massimo 12 GB di RAM, Snapdragon 8 Gen 2 con clock a 3,2 GHz, mentre il software si baserà sulla MIUI 14 (Android 13). Le fotocamere – inserite in un modulo di forma quadrata – saranno tre, tra cui il sensore principale da 50 MP. Il display avrà una diagonale da 6,2″ con risoluzione FullHD+, con refresh rate a 120 Hz.

La batteria, infine, sarà da 5.000 mAh con supporto alla ricarica rapida da 67 W. Sempre lato ricarica, alcune indiscrezioni in passato suggerirono l’ipotesi che la variante “Pro” avesse supportato il supporto alla ricarica rapida da 120 W, la ricarica wireless da 50 W e la ricarica wireless inversa da 10 W (a riguardo, però, non c’è ancora nessuna conferma). In ogni caso al debutto della nuova serie di Xiaomi dovrebbe mancare poco, almeno in Cina. Quindi ancora un po’ di pazienza da parte degli utenti e tutto verrà rivelato.

L’articolo Xiaomi 13 potrebbe essere lanciato come Xiaomi 14: ecco le prime specifiche sembra essere il primo su Androidworld.


Xiaomi 13 potrebbe essere lanciato come Xiaomi 14: ecco le prime specifiche

Xiaomi annuncia la serie Redmi Note 12: fino a 200 MP e 210 Watt di ricarica

Durante un evento tenutosi in Cina, Xiaomi ha presentato oggi quattro nuovi smartphone della serie Redmi Note: stiamo parlando di Redmi Note 12 5G, modello base di gamma che comunque non rinuncia alle prestazioni, Redmi Note 12 Pro, Redmi Note 12 Pro+ Note 12 Discovery Edition, tre smartphone di fascia alta che montano una fotocamera principale da ben 200 MP.

Offerte Amazon

Redmi Note 12 5G monta un display da 6,67 pollici GOLED (nello specifico, prodotto da Samsung) in risoluzione Full HD+, con anche il supporto al refresh rate a 120 Hz. Sotto la scocca, trova posto lo Snapdragon 4 Gen 1, unito a fino 8 GB di RAM (a seconda della configurazione scelta) e fino a 128 o 256 GB di memoria interna.

La fotocamera frontale è da 8 MP ed è posta in un foto nel display, mentre sul retro troviamo due fotocamere (48 MP per la principale e 2 MP per il sensore di profondità). A completare la dotazione hardware, un lettore d’impronte digitali laterale. La batteria è da 5000 mAh e supporta la ricarica rapida a 33 W.

Specifiche tecniche

  • Schermo da 6,67 pollici FHD+ (1080×2400 pixel) GOLED, refresh rate a 120 Hz, touch sampling a 240 Hz, luminosità di picco di 1200 nits
  • CPU Octa Core Snapdragon 4 Gen 1 6nm Mobile Platform (2 GHz x 2 core A78 +1,8 GHz x 6 core A55) con GPU Adreno 
  • RAM da 4 GB / 6 GB / 8 GB LPDDR4X con memoria interna da 128 GB UFS 2.2, RAM da 8GB LPDDR4X con memoria interna da 256 GB UFS 2.2
  • Android 12 con MIUI 13
  • Dual SIM (nano + nano)
  • Fotocamere posteriori:
    • Sensore principale da 48 MP, LED flash
    • Sensore di profondità da 2 MP con apertura f/2.4
  • Fotocamera frontale da 8 MP con apertura f/2.0
  • Sensore d’impronte digitali laterali, sensore infrarossi
  • Jack audio da 3,5 mm
  • Dimensioni: 165,88 × 76,21 × 7,98 mm; Peso: 188 g
  • Certificazione IP53
  • 5G SA / NSA, Dual 4G VoLTE, Wi-Fi 6 802.11 ac (2.4GHz + 5GHz), Bluetooth 5.1, GPS + GLONASS, USB Type-C
  • Batteria da 5000 mAh con ricarica rapida a 33 W

Disponibilità e prezzo

Redmi Note 12 5G sarà disponibile in tre colorazioni (nero, bianco e blu) e solo in Cina, almeno per un primo momento, dal 31 ottobre. Questi i prezzi per le diverse varianti:

  • 4 GB + 128 GB: circa € 166
  • 6 GB + 128 GB: circa € 180
  • 8 GB + 128 GB: circa € 194
  • 8 GB + 256 GB: circa € 220  

Tutti e tre gli smartphone montano hardware simile: lo schermo è da 6,67 pollici OLED in risoluzione Full HD+, con supporto ai 120 Hz di refresh rate e supporto a Dolby Vision, la CPU è la nuova Dimensity 1080 di MediaTek, fino a 12 GB di RAM e sistema di raffreddamento VC liquid cooling. A completare il tutto, 128 o 256 GB di memoria interna.

Le prime differenze le troviamo nel comparto fotografico: Redmi Note 12 Pro monta un sensore primario Sony IMX766 da 50 MP (con anche stabilizzazione ottica), mentre Redmi Note 12 Pro+ e Redmi Note 12 Discovery Edition montano un sensore Samsung HMX da 200 MP, con pixel binning 16-in-1. Per tutti e tre, trova posto anche una fotocamera ultra-wide da 8 MP e un sensore macro da 2 MP.

Infine, le ultime differenze stanno nella batteria e nella ricarica: Redmi Note 12 Pro monta una batteria da 5000 mAh con ricarica rapida a 67 W, Redmi Note 12 Pro+ monta una batteria da 5000 mAh con supporto alla ricarica rapida a 120 W e infine Redmi Note 12 Discovery Edition monta una batteria più piccola (4300 mAh), ma che supporta la ricarica rapida a 210 W.

Specifiche tecniche

  • Schermo da 6,67 pollici FHD+ (1080×2400 pixel) OLED, refresh rate a 120Hz, touch sampling a 240 Hz, luminosità di picco di 900 nits, Dolby Vision, HDR10+
  • CPU Octa Core (core 2 x 2,6 GHz Cortex-A78 + 6 x 2 GHz Cortex-A55) MediaTek Dimensity 1080 a 6 nm, con GPU Mali-G68 MC4
  • RAM da 6 GB / 8 GB LPDDR4X con memoria interna di 128 GB UFS 2.2, RAM da 8 GB / 12 GB LPDDR4X con memoria interna da 256 GB UFS 2.2
  • Android 12 con MIUI 13
  • Dual SIM (nano + nano)
  • Redmi Note 12 Pro
    • Sensore principale da 50 MP, 1/1.56", Sony IM766, OIS, apertura f/1.88
    • Sensore ultra-wide da 8 MP 120°, apertura f/2.2
    • Sensore macro 2 MP, apertura f/2.4
  • Redmi Note 12 Pro+ e Redmi Note 12 Discovery Edition
    • Sensore principale da 200 MP, 1/1.4", Samsung HMX, OIS, apertura f/1.65
    • Sensore ultra-wide 8 MP 120°, apertura f/2.2
    • Sensore macro da 2 MP apertura f/2.4
  • Fotocamera frontale da 16 MP
  • Sensore principale posto sotto al display
  • Jack audio da 3,5 mm, Dolby Atmos
  • Dimensioni e peso:
    • Note 12 Pro: 162,9 x 76 x 7,9 mm, 187 g
    • Note 12 Pro+ e Note 12 Discovery Edition:  162,9 x 76 x 8,98 mm, 208,4 g (Note 12 Pro+), 207,5 g (Note 12 Discovery Edition)
  • 5G SA / NSA, Dual 4G VoLTE, Wi-Fi 6 802.11 ac (2.4GHz + 5GHz), Bluetooth 5.2, GPS + GLONASS, USB Type-C, NFC
  • Batteria da 5000 mAh con ricarica rapida a 67 W (Note 12 Pro) / 120 W (Note 12 Pro+), batteria da 4300 mAh con ricarica rapida a 210 W (Note 12 Discovery Edition)

Disponibilità e prezzo

Anche questi tre smartphone saranno, al momento, disponibili solo in Cina dal 31 ottobre.

Redmi Note 12 Pro:

  • 6 GB + 128 GB: circa € 235
  • 8 GB + 128 GB: circa € 250
  • 8 GB + 256 GB: circa € 277
  • 12 GB + 256 GB: circa € 305

Redmi Note 12 Pro+:

  • 8 GB + 256 GB: circa € 305
  • 12 GB + 256 GB: circa € 330

Note 12 Discovery Edition 8 GB + 256 GB: circa € 330

L’articolo Xiaomi annuncia la serie Redmi Note 12: fino a 200 MP e 210 Watt di ricarica sembra essere il primo su Androidworld.


Xiaomi annuncia la serie Redmi Note 12: fino a 200 MP e 210 Watt di ricarica

Il presunto Xiaomi 13 appare in una foto dal vivo, a chi credere ora?

Già da maggio sono emersi rumor sull’intenzione di Xiaomi (come resettare uno smartphone del marchio) di lanciare i nuovi Xiaomi 13 e Xiaomi 13 Pro già a novembre, almeno in madrepatria.

La notizia è poi stata riportata diverse volte nei mesi successivi, con numerose anticipazioni sui dispositivi, che dovrebbero essere dotati di Android 13 e Snapdragon 8 Gen2. Ma forse il leak più interessante è arrivato circa un mese fa, con la prima immagine del retro del chiacchierato smartphone, che mostrava un enorme blocco fotocamere in stile Mi 11 Ultra.

Canale Telegram Offerte

Ora però un’immagine dal vivo di un presunto Xiaomi 13 mette in discussone questa anticipazione. L’immagine mostra un dispositivo con un pannello posteriore grigio lucido e un modulo fotocamera di forma quadrata. Gli angoli del blocco sono leggermente curvi, e possiamo osservare una configurazione a tripla fotocamera corredata dal vistoso testo “Laser”, che suggerisce l’utilizzo dell’autofocus laser.

Per confronto, l’immagine precedente (qui sotto) mostrava un blocco rettangolare in rivestimento lucido, con un grande ritaglio circolare e due più piccoli.

Su una cosa concordano entrambe le immagini però: il marchio Leica, apparso sulla serie Xiaomi 12S, non sarà presente. Chi avrà ragione? Difficile da stabilire, entrambe le soluzioni sembrano plausibili, quindi al momento non possiamo che attendere nuove anticipazioni, magari corroborate da evidenze o proposte da leaker affidabili.

Per quanto riguarda le specifiche dei due dispositivi, al momento si sa che Xiaomi 13 sarà dotato di

  • schermo da 6,3 pollici 2.5D AMOLED con risoluzione Full HD+ o 1,5K frequenza di aggiornamento di 120Hz
  • fotocamera principale da 50 MP.

Più interessanti le informazioni riguardanti Xiaomi 13 Pro:

  • schermo da 6,73 pollici AMOLED QHD+ e frequenza di aggiornamento di 120 Hz
  • foro per la fotocamera frontale
  • batteria da 5000 mAh con supporto per la ricarica rapida da 120 W

Entrambi dovrebbero essere dotati del nuovo Snapdragon 8 Gen2 (niente Mediatek) e di Android 13 al lancio, che secondo le ultime notizie potrebbe avvenire già il 15 novembre in Cina. Il debutto sugli altri mercati è invece previsto per il prossimo anno.

L’articolo Il presunto Xiaomi 13 appare in una foto dal vivo, a chi credere ora? sembra essere il primo su Androidworld.


Il presunto Xiaomi 13 appare in una foto dal vivo, a chi credere ora?

Recensione Xiaomi 12T Pro

La grande confezione di Xiaomi 12T Pro contiene all’interno un alimentatore da ben 120W, un cavo USB/USB-C a una gradita cover in silicone semi trasparente.

Xiaomi 12T Pro è uno smartphone molto semplice dal punto di vista del design. Somiglia a molti altri smartphone Xiaomi, sia di fascia alta che di fascia media. Con i suoi pro e i suoi contro. La sensazione al tocco sul retro è piacevole grazie al vetro satinato che non trattiene le impronte, mentre il profilo è solamente in plastica. Non c’è certificazione contro l’acqua e la polvere. Il peso è di 205 grammi, non particolarmente contenuto. Il design come dicevamo è riconoscibilmente quello di uno Xiaomi come dicevamo, ma è forse troppo generico. Difficile dire se questo smartphone sia di fascia alta o di fascia media, almeno ad un primo sguardo.

L’hardware però non vuole invece lasciare dubbi: è quello di un top di gamma. Abbiamo un processore Snapdragon 8+ Gen 1 octa core da 3,19 GHz con GPU Adreno 730 e a disposizione 8 o 12 GB di RAM. Entrambe le versioni hanno 256 GB di RAM (non espandibili). Buona la connettività: 5G, Wi-Fi 6, Bluetooth 5.2 e chip NFC. Abbiamo anche una buona vibrazione e finalmente un sensore di prossimità “classico”, che non soffre in sostanza dei problemi che abbiamo invece incontrato con altri smartphone Xiaomi nel recente passato durante le telefonate. Discreto l’audio stereo (reale) grazie ai due speaker posizionati sui bordi corti.

Xiaomi introduce per la prima volta il nuovo sensore da 200 megapixel proprio in questo suo nuovo 12T Pro. Questa fotocamera ha un’apertura ƒ/1.7 e gode della stabilizzazione ottica dell’immagine. A supporto troviamo una 8 megapixel ƒ/2.2 grandangolare e una 2 megapixel ƒ/2.4 macro. Due fotocamere al di sotto delle aspettative per uno smartphone top di gamma, in primis per la loro bassa risoluzione. La frontale è invece una buona 20 megapixel ƒ/2.2.

I risultati dal sensore principale sono buoni in molte situazioni, ma non perfetti. Non è impossibile realizzare uno scatto leggermente poco nitido o troppo contrastato. Xiaomi dovrà probabilmente lavorare di più sul software per far sì che questo smartphone possa essere davvero all’altezza del sensore ad altissima risoluzione presente all’interno. Ovviamente si tratta di una fotocamera che esegue pixel binning, unendo 16 pixel in uno per una foto a minore risoluzione ma con maggiore dettaglio. Quando però lo scatto è stato all’altezza abbiamo ottenuto foto con colori ben bilanciati e con molto dettaglio. Poco coinvincenti le grandangolari che con meno luce perdono subito molto dettaglio.

Manca una fotocamera zoom, che però è in parte compensata dalla possibilità di fare un buon zoom digitale, almeno fino a 2x. Discreta la fotocamera frontale, che però soffre un po’ la gestione delle forti luci. I video si possono realizzare in 4K a 60fps (e anche in 8K) ma solo dalla fotocamera principale. Risultano però molto dettagliati e con una buona stabilizzazione.

Xiaomi 12T Pro monta un display da 6,67 pollici SuperAMOLED con risoluzione di 2712 x 1220 pixel, più del classico FullHD+ che troviamo invece sulla quasi totalità dei suoi concorrenti. Lo schermo a 120 Hz supporta anche refresh rate intermedi (30, 60 e 90) e li può variare in automatico in base al contesto e all’app aperta. Lo schermo è anche compatibile con l’HDR10+ e ha una luminosità massima di 900 nits di picco. È un buon valore, ma non all’altezza di vari concorrenti top di gamma usciti nel 2022, che superano anche abbondantemente i 1000 nits di picco. Lo schermo è poi protetto da un vetro Gorilla Glass 5.

Xiaomi 12T Pro arriva sul mercato con Android 12 aggiornato con le patch di luglio 2022 e personalizzato con la MIUI 13. Non c’è molto da raccontare su di un software ormai conosciutissimo e non particolarmente diverso dalle sue iterazioni passate. Abbiamo funzionalità come il secondo spazio, le finestre a scomparsa e la possibilità di misurare il battito cardiaco sfruttando il lettore di impronte digitali nel display. L’importante è constatare con il software sembri comunque maturo e privo di bug, cosa che non è sempre stata vera per gli smartphone Xiaomi al loro lancio. Non solo stabilità comunque ma anche tanta velocità nell’esecuzione di tutte le operazioni più o meno comuni. Interessante la promessa delle tre versioni software (quindi fino ad Android 15) e dei 4 anni di aggiornamenti per le patch di sicurezza.

La batteria è da ben 5.000 mAh e garantisce senza problemi oltre un giorno di autonomia. Anche due giorni pieni con un utilizzo blando. Il processore premium scelto per questo smartphone è indubbiamente il migliore in termini di consumi energetici degli ultimi anni. In più abbiamo anche l’incredibile ricarica rapida a 120W che garantisce tempi di ricarica fulminei. Peccato per l’assenza di ricarica wireless. Poteva essere l’anno giusto per includerla.

Xiaomi 12T Pro viene venduto a 849€ nella versione 8/256 e a 899€ in quella 12/256. Quest’ultima è quella che gode della promozione di lancio più ghiotta, visto lo sconto che porta il prezzo a 849€. La variante più “piccola” viene invece venduta in bundle con Redmi Pad. Sono comunque entrambe promo di lancio, dopodiché i prezzi torneranno quelli di lancio. A quel punto sarà indubbiamente difficile consigliarli a prezzo pieno, anche se purtroppo i tempi sono davvero cambiati. Con i giusti sconti dei prossimi mesi questo Xiaomi 12T Pro è comunque una delle scelte più solide nel portafoglio di Xiaomi.

L’articolo Recensione Xiaomi 12T Pro sembra essere il primo su Androidworld.


Recensione Xiaomi 12T Pro

Redmi K50 Ultra e Xiaomi Pad 5 Pro ufficiali in Cina

Non solo Xiaomi MIX Fold 2: nella giornata di oggi, l’azienda cinese ha presentato in Cina anche un nuovo smartphone e un nuovo interessante tablet. Il primo è Redmi K50 Ultra, dispositivo top di gamma e ultimo arrivato nella famiglia K50, mentre il secondo è Xiaomi Pad 5 Pro, tablet da ben 12,4 pollici con specifiche tecniche interessanti.

Offerte Amazon

Redmi K50 Ultra monta un display OLED da 6,67 pollici in risoluzione 1,5K, che supporta ovviamente il refresh rate a 120 Hz e i contenuti in HDR 10+ e Dolby Vision. A far girare il tutto è lo Snapdragon 8+ Gen 1, unito a 8 GB o 12 GB di RAM e fino a 512 GB di memoria interna UFS 3.1. Da notare la presenza di un sistema di dissipazione proprietario particolarmente efficace, che permette allo smartphone di raggiungere solo 46°C quando è in esecuzione un gioco pesante come Genshin Impact.

La fotocamera principale è da ben 108 MP (si tratta di un sensore Samsung ISOCELL HM6), accompagnata da un sensore da 8 MP ultrawide e da un sensore macro da 2 MP. La batteria è da 5000 mAh e supporta la ricarica rapida HyperCharge a 120 W. Lo smartphone sarà disponibile anche in una versione chiamata Mercedes-AMG PETRONAS Formula One Team Summer Edition, che potete vedere nelle immagini in basso.

Scheda tecnica

  • Schermo: 6,67 pollici (2712 x 1220 pixel) 1.5K  AMOLED, 120Hz, 480Hz touch sampling, HDR10+, Dolby Vision
  • CPU: Snapdragon 8 Gen+ 1 4nm con GPU Adreno di nuova generazione
  • Memoria: 8 GB di RAM e 128 GB / 256 GB (UFS 3.1) di memoria interna, 12 GB di RAM e 256 GB / 512 GB (UFS 3.1) di memoria interna
  • Dual SIM (nano + nano)
  • Sistema operativo: MIUI 13 basata su Android 12
  • Fotocamere posteriori:
    • Sensore principale da 108 MP, OIS, LED flash
    • Sensore ultrawide da 8 MP f/2.2
    • Sensore macro da2 MP f/2.4
  • Fotocamera frontale: 20 MP
  • Sensore infrarossi e sensore d’impronte digitali posto sotto al display
  • Dimensioni: 163,1 × 75,9 × 8,6 mm
  • Peso: 202 g
  • Connettività: 5G SA/NSA,Dual 4G VoLTE, Wi-Fi 6E 802.11 ax, Bluetooth 5.2, GPS (L1 + L5), NavIC, USB Type-C, NFC
  • Batteria: 5000 mAh con ricarica rapida a 120 W

Prezzo e disponibilità

Redmi K50 Ultra sarà disponibile in Cina nelle colorazioni Nero, Argento e Blu. Per il prezzo, si parte da € 430 per la variante 8 + 128 GB, € 473 per la variante 8 + 256 GB, € 516 per la variante 12 + 256 GB e infine € 573 per la variante 12 + 512 GB. La variante Mercedes-AMG PETRONAS costerà invece circa € 600 (variante 12 + 512 GB). Non abbiamo notizie circa un possibile rilascio anche in Europa.

Xiaomi Pad 5 Pro monta un display da ben 12,4 pollici in risoluzione 2,5K e con certificazione TÜV Rheinland. Non manca ovviamente il supporto ai 120 Hz di refresh rate. Per il processore, Xiaomi ha optato per un Qualcomm Snapdragon 870, unito a 6, 8 o 12 GB di RAM e 512 GB di memoria interna UFS 3.1.

La batteria è davvero capiente: si parla di 10.000 mAh con supporto alla ricarica rapida a 67 W. La fotocamera principale è da 50 MP ed è accompagnata da un sensore di profondità da 2 MP, mentre quella frontale è da 20 MP. Il tablet arriva sul mercato con la MIUI Pad 13, basata su Android 12, ed è compatibile con una tastiera e una penna per prendere appunti.

Scheda tecnica

  • Schermo: 12,4 pollici in risoluzione 2,5 (2560 x 1600 pixel), refresh rate a 120Hz, fino a 500 nits di luminosità, HDR 10, Dolby Vision, DCI-P3 Color Gamut, MEMC, certificazione TÜV Rheinland
  • CPU: Qualcomm Snapdragon 870
  • RAM: 6, 8, 12 GB di RAM
  • Memoria interna: 128, 256, 512 GB di memoria interna UFS 3.1
  • Fotocamere posteriori:
    • Sensore principale da 50MP 1/2.76", f/1.8, PDAF
    • Sensore di profondità da 2 MP
  • Fotocamera frontale: 20 MP
  • Batteria: 10.000 mAh, ricarica rapida a 67 W
  • Connettività: Wi-Fi 6,5,4; Bluetooth 5.2 – AAC/LDAC /LHDC2.0/3.0
  • Sistema operativo: MIUI Pad 13 basato su Android 12

Disponibilità e prezzo

Il tablet sarà disponibile in tre colori, Nero, Argento e Verde. Queste le varie configurazioni disponibili:

  • 6 + 128 GB: circa € 430
  • 8 + 256 GB: circa € 500
  • 12 + 512 GB: circa € 600

Non abbiamo ancora informazioni sul possibile rilascio di Xiaomi Pad 5 Pro in Europa.

L’articolo Redmi K50 Ultra e Xiaomi Pad 5 Pro ufficiali in Cina sembra essere il primo su Androidworld.


Redmi K50 Ultra e Xiaomi Pad 5 Pro ufficiali in Cina

Xiaomi Pad 6 potrebbe essere il re dei tablet Android

Durante lo scorso anno abbiamo visto Xiaomi tuffarsi nuovamente nel settore dei tablet, con i modelli di Xiaomi Pad 5 arrivati anche in Italia. Ora è giunto il momento della nuova generazione.

Canale Telegram Offerte

Dopo aver parlato dei dettagli trapelati in merito alla presentazione ufficiale dei nuovi Xiaomi Pad 6, in rete emergono interessanti novità sulle specifiche tecniche attese per i nuovi tablet top di gamma dell’azienda cinese.

Stando a quanto rivelato dal leaker cinese Digital Chat Station, i nuovi modelli di Xiaomi Pad 6 dovrebbero includerne almeno uno con processore Snapdragon 8 Gen 1. Si tratta del processore top di gamma assoluto in casa Qualcomm.

Ci aspettiamo che questo tipo di processore arrivi per i modelli più spinti. Per i modelli più standard ci aspettiamo invece che arrivi un processore MediaTek. In questo articolo ne abbiamo parlato nel dettaglio.

Oltre a questo, ascoltando gli ultimi rumor in rete apprendiamo che il dispositivo dovrebbe avere in display di diagonale pari a 14″. Insomma sembra avere tutte le carte in regola per competere con i top di gamma degli altri, come Samsung ad esempio.

Al momento non è ancora stata indicata la data di presentazione ufficiale dei nuovi Xiaomi Pad 6. Torneremo ad aggiornarvi appena ne sapremo di più.

L’articolo Xiaomi Pad 6 potrebbe essere il re dei tablet Android sembra essere il primo su Androidworld.


Xiaomi Pad 6 potrebbe essere il re dei tablet Android

Il miglior smartphone di Xiaomi non arriverà in Italia nel prossimo futuro

All’inizio di luglio, Xiaomi ha svelato al mondo i suoi nuovi smartphone: si tratta della serie 12S, formata da Xiaomi 12S, Xiaomi 12S Pro e Xiaomi 12S Ultra. Quest’ultimo è ovviamente il più interessante dei tre, grazie allo Snapdragon 8+ Gen 1 e alle fotocamere sviluppate in collaborazione con la storica azienda tedesca Leica.

Offerte Amazon

I tre smartphone sono stati, almeno per il momento, ufficializzati solo in Cina: in particolare, Xiaomi 12S Ultra sarà disponibile nella nazione asiatica a partire da circa 930 €, mentre noi europei dovremo attendere ancora molto. Il leaker Ice Universe ha infatti dichiarato sul suo profilo Twitter che “sfortunatamente, Xiaomi Mi 12S Ultra non sarà venduto a livello globale per il momento”.

Si tratta sicuramente di una brutta notizia per tutti i potenziali clienti interessati a Xiaomi 12S Ultra, dispositivo senza dubbio allettante viste le specifiche tecniche: per ora dunque, gli utenti italiani e europei dovranno aspettare notizie dall’azienda. Resta comunque la possibilità di acquistare lo smartphone dalla Cina importandolo qui in Italia, ma si tratta di una pratica davvero scomoda (anche da punto di vista economico).

  • Display:6,73″ Samsung E5 AMOLED, Dolby Vision TrueColor Display, 3200 x 1440 pixel, 522PPI, 1-120Hz adaptive refresh rate, 1.500nits peak brightness, 360-degree ambient light sensor, Native 10-bit color depth, 100% DCI-P3 coverage, HDR10+, HDR10, HLG
  • Processore: Qualcomm SM8450 Snapdragon 8+ Gen 1 (4 nm), Octa-core (1×3.19 GHz Cortex-X2 & 3×2.75 GHz Cortex-A710 & 4×1.80 GHz Cortex-A510)
  • GPU: Adreno 730
  • RAM: 8 /12 GB LPDDR5
  • Storage interno: 128 / 256 / 512 GB UFS 3.1
  • Sistema operativo: Android 12 con MIUI 13
  • Fotocamera posteriore
    • Principale: 50.3 megapixel IMX989, f/1.9, 8P aspherical lens, octa-PD auto-focus
    • Grandangolo: 48 megapixel IMX586, f/2.2, Leica Summicron 1:1.9-4.1 / 13-120 aspherical lens, dual-PD auto-focus, macro mode
    • Telephoto: 48 megapixel IMX586, f/4.1, 120x periscope zoom, HyperOIS
  • Fotocamera anteriore: 32 megapixel, f/2.5, 26mm, 0.7µm
  • Audio: stereo speaker, 24-bit/192kHz audio, Harman Kardon, Dolby Atmos
  • Connettività: Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac/6e, dual-band, Wi-Fi Direct, hotspot, Bluetooth 5.2, NFC, USB Type-C 2.0, USB On-The-Go, infrarossi, AAC/LDAC/LHDC/aptX Adaptive
  • Sicurezza: sensore d’impronte sotto al display
  • Reti: Dual SIM (Nano-SIM, dual stand-by)
  • Batteria: 4.860 mAh, ricarica rapida cablata a 120W, ricarica rapida wireless a 50W, ricarica wireless reverse a 10W, Power Delivery 3.0, Quick Charge 4+, Xiaomi Surge P1 charging chip
  • Dimensioni: 163,17 x 74,92 x 9,06mm
  • Peso: 225 grammi
  • Colorazioni: Classic Black, Verdant Green
  • Certificazioni: IP68
  • Altro: 3D cooling system

L’articolo Il miglior smartphone di Xiaomi non arriverà in Italia nel prossimo futuro sembra essere il primo su Androidworld.


Il miglior smartphone di Xiaomi non arriverà in Italia nel prossimo futuro

Xiaomi 12S, 12S Pro e 12S Ultra ufficiali: i nuovi camera phone con sensore 1″ e lenti Leica

Xiaomi ha appena calato un altro asso nel panorama smartphone mondiale, un asso annunciato ma che non per questo farà meno rumore. L’azienda cinese ha appena ufficializzato i nuovi Xiaomi 12S e Xiaomi 12S Pro, i suoi primi smartphone a poter vantare le lenti Leica per il comparto fotografico.

Andiamo quindi a vedere le specifiche tecniche dei due nuovi modelli lanciati da Xiaomi, i quali dovrebbero passare alla storia come i cameraphone più performanti della casa cinese.

  • Display: 6,28″, 1080 x 2400 pixel, AMOLED, 68B colors, 120Hz, Dolby Vision, HDR10+, 1100 nits (peak)
  • Processore: Qualcomm SM8450 Snapdragon 8+ Gen 1 (4 nm), Octa-core (1×3.19 GHz Cortex-X2 & 3×2.75 GHz Cortex-A710 & 4×1.80 GHz Cortex-A510)
  • GPU: Adreno 730
  • RAM: 8 /12 GB
  • Storage interno: 128 / 256 GB UFS 3.1
  • Sistema operativo: Android 12 con MIUI 13
  • Fotocamera posteriore
    • Principale: 50 megapixel, f/1.9, 26mm, 1/1.56″, 1.0µm, PDAF, OIS
    • Grandangolo: 13 megapixel, f/2.4, 12mm, 123˚, 1/3.06″, 1.12µm
    • Telephoto: 5 megapixel, f/2.4, 50mm, AF
  • Fotocamera anteriore: 32 megapixel, f/2.5, 26mm, 0.7µm
  • Audio: stereo speaker, 24-bit/192kHz audio, Harman Kardon
  • Connettività: Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac/6e, dual-band, Wi-Fi Direct, hotspot, Bluetooth 5.2, NFC, USB Type-C 2.0, USB On-The-Go, infrarossi
  • Sicurezza: sensore d’impronte sotto al display
  • Reti: Dual SIM (Nano-SIM, dual stand-by)
  • Batteria: 4.500 mAh, ricarica rapida cablata a 67W, ricarica rapida wireless a 50W, ricarica wireless reverse a 10W, Power Delivery 3.0, Quick Charge 4+
  • Colorazioni: Gray, White, Purple, Green
  • Display: 6,73″, 1080 x 2400 pixel, LPTO AMOLED, 68B colors, 120Hz, Dolby Vision, HDR10+, 1100 nits (peak)
  • Processore: Qualcomm SM8450 Snapdragon 8+ Gen 1 (4 nm), Octa-core (1×3.19 GHz Cortex-X2 & 3×2.75 GHz Cortex-A710 & 4×1.80 GHz Cortex-A510)
  • GPU: Adreno 730
  • RAM: 8 /12 GB
  • Storage interno: 128 / 256 GB UFS 3.1
  • Sistema operativo: Android 12 con MIUI 13
  • Fotocamera posteriore
    • Principale: 50 megapixel, f/1.9, 26mm, 1/1.56″, 1.0µm, PDAF, OIS
    • Grandangolo: 50 megapixel
    • Telephoto: 50 megapixel, zoom ottico 2x
  • Fotocamera anteriore: 32 megapixel, f/2.5, 26mm, 0.7µm
  • Audio: stereo speaker, 24-bit/192kHz audio, Harman Kardon
  • Connettività: Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac/6e, dual-band, Wi-Fi Direct, hotspot, Bluetooth 5.2, NFC, USB Type-C 2.0, USB On-The-Go, infrarossi
  • Sicurezza: sensore d’impronte sotto al display
  • Reti: Dual SIM (Nano-SIM, dual stand-by)
  • Batteria: 4.600 mAh, ricarica rapida cablata a 120W, ricarica rapida wireless a 50W, ricarica wireless reverse a 10W, Power Delivery 3.0, Quick Charge 4+
  • Display:6,73″ Samsung E5 AMOLED, Dolby Vision TrueColor Display, 3200 x 1440 pixel, 522PPI, 1-120Hz adaptive refresh rate, 1.500nits peak brightness, 360-degree ambient light sensor, Native 10-bit color depth, 100% DCI-P3 coverage, HDR10+, HDR10, HLG
  • Processore: Qualcomm SM8450 Snapdragon 8+ Gen 1 (4 nm), Octa-core (1×3.19 GHz Cortex-X2 & 3×2.75 GHz Cortex-A710 & 4×1.80 GHz Cortex-A510)
  • GPU: Adreno 730
  • RAM: 8 /12 GB LPDDR5
  • Storage interno: 128 / 256 / 512 GB UFS 3.1
  • Sistema operativo: Android 12 con MIUI 13
  • Fotocamera posteriore
    • Principale: 50.3 megapixel IMX989, f/1.9, 8P aspherical lens, octa-PD auto-focus
    • Grandangolo: 48 megapixel IMX586, f/2.2, Leica Summicron 1:1.9-4.1 / 13-120 aspherical lens, dual-PD auto-focus, macro mode
    • Telephoto: 48 megapixel IMX586, f/4.1, 120x periscope zoom, HyperOIS
  • Fotocamera anteriore: 32 megapixel, f/2.5, 26mm, 0.7µm
  • Audio: stereo speaker, 24-bit/192kHz audio, Harman Kardon, Dolby Atmos
  • Connettività: Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac/6e, dual-band, Wi-Fi Direct, hotspot, Bluetooth 5.2, NFC, USB Type-C 2.0, USB On-The-Go, infrarossi, AAC/LDAC/LHDC/aptX Adaptive
  • Sicurezza: sensore d’impronte sotto al display
  • Reti: Dual SIM (Nano-SIM, dual stand-by)
  • Batteria: 4.860 mAh, ricarica rapida cablata a 120W, ricarica rapida wireless a 50W, ricarica wireless reverse a 10W, Power Delivery 3.0, Quick Charge 4+, Xiaomi Surge P1 charging chip
  • Dimensioni: 163,17 x 74,92 x 9,06mm
  • Peso: 225 grammi
  • Colorazioni: Classic Black, Verdant Green
  • Certificazioni: IP68
  • Altro: 3D cooling system

La galleria qui sotto mostra anche qualche sample scattato con i nuovi Xiaomi 12S, con la partnership con Leica che sembra aver davvero dato i suoi frutti. Chiaramente bisognerà attendere la prova sul campo prima di pronunciarci definitivamente.

I nuovi modelli della serie Xiaomi 12S sono stati ufficializzati soltanto per il mercato cinese al momento. Andiamo a vedere i prezzi:

  • Xiaomi 12S a partire da circa 570€
  • Xiaomi 12S Pro a partire da circa 670€
  • Xiaomi 12S Ultra a partire da circa 930€

Quanto appena detto vale per il mercato cinese anche se ci aspettiamo l’arrivo dei nuovi Xiaomi 12S nei mercati europei nelle prossime settimane. Nel frattempo si può approfittare del calo di prezzo dei modelli Xiaomi 12, anche in vista del prossimo Prime Day 2022.

L’articolo Xiaomi 12S, 12S Pro e 12S Ultra ufficiali: i nuovi camera phone con sensore 1″ e lenti Leica sembra essere il primo su Androidworld.


Xiaomi 12S, 12S Pro e 12S Ultra ufficiali: i nuovi camera phone con sensore 1″ e lenti Leica

10 migliori auricolari Bluetooth sotto i 50 euro: Xiaomi e SoundPeats in forte sconto

I migliori auricolari Bluetooth sotto i 50€ tra quelli in commercio: diamo una risposta chiara e completa con questo articolo, nel quale abbiamo selezionato per voi 12 modelli di cuffiette senza fili più interessanti che potete acquistare oggi a prezzi bassi su Amazon Italia. Poiché il settore è molto ricco, non è facile scegliere e capire quali sono i migliori, quindi confidiamo che questa lista possa spegnere ogni dubbio sul nascere! Nel caso abbiate bisogno anche di uno smartwatch, date uno sguardo alla nostra guida dei migliori smartwatch economici da non perdere.

Nella lista in calce vi aspettano tutti i migliori auricolari sotto i 50€ oggi disponibili su Amazon. Per acquistare quello che desiderate basta cliccare sul pulsante dedicato nel box in basso. Se volete affacciarvi al mondo delle cuffiette senza fili senza spendere troppo, puntate direttamente ai Creative Outlier Air V3, che non fatichiamo a definire come i migliori in assoluto nella fascia economica. Se invece preferite un modello privo di gommini e dallo stile simile agli AirPods, allora vi consigliamo i SoundPEATS Air 3. Non male come scelta anche i sempreverdi Xiaomi Redmi Airdots 2, assolutamente una garanzia. Fate solo attenzione alle modalità di attivazione dello sconto: alcune offerte si attivano al check-out o richiedono di spuntare la casella “COUPON” presente sulla pagina del relativo prodotto.

A seguire vi lasciamo anche i pulsanti per iscrivervi al nostro canale Telegram delle offerte e quello per andare sulla pagina dei migliori sconti di Amazon.

Canale Telegram Offerte

Offerte Amazon

I modelli di auricolari Bluetooth segnalati in questo articolo sono tutti di qualità. Non puntate a quelli troppo economici o ai cloni di prodotti ben più costosi, perché sono afflitti da problemi di connettività che rendono l’esperienza sonora macchinosa e poco piacevole. Scegliete tra questi in base alle vostre preferenze, valutando aspetti come la dimensione della custodia e il design. Abbiamo inserito anche un modello a “collarino” tra i più affidabili in assoluto sotto i 50€.

Ci sono poi esponenti con latenza bassa, quindi perfetti per giocare e guardare video, altri resistenti all’acqua o dotati di cancellazione del rumore: quest’ultima è una tecnologia più efficace nei modelli di fascia alta, ma nessuno vi vieta di sperimentarla in forma leggera in uno dei prodotti menzionati.

L’articolo 10 migliori auricolari Bluetooth sotto i 50 euro: Xiaomi e SoundPeats in forte sconto sembra essere il primo su Mobileworld.


10 migliori auricolari Bluetooth sotto i 50 euro: Xiaomi e SoundPeats in forte sconto

Xiaomi: fine del supporto per Redmi K20, Redmi Note 7 Pro e altri dispositivi

Nuovi dispositivi di Xiaomi entrano nella lista EOS, ovvero End Of Support. Questi smartphone e tablet non riceveranno più alcun aggiornamento, neppure quelli legati alla correzione di importanti falle di sicurezza. Solitamente l’azienda supporta e garantisce aggiornamenti per i propri smartphone e tablet per due anni dalla data di rilascio.

Questa dunque la lista delle nuove aggiunte alla lista EOS:

  • Redmi K20
  • Redmi Note 7 Pro
  • Redmi Note 7S
  • Redmi Note 7
  • Redmi 7
  • Redmi Y3
  • Mi Pad 4 Plus
  • Mi Pad 4
  • Mi Play
  • Mi 9 SE

In ogni caso, trattandosi pur sempre di smartphone e tablet Android, non manca la possibilità di installare delle custom ROM o kernel per continuare a utilizzare i dispositivi in questione con versioni del sistema operativo più recenti rispetto a quelle ufficialmente rilasciate da Xiaomi.

L’articolo Xiaomi: fine del supporto per Redmi K20, Redmi Note 7 Pro e altri dispositivi sembra essere il primo su Androidworld.


Xiaomi: fine del supporto per Redmi K20, Redmi Note 7 Pro e altri dispositivi

Xiaomi brevetta un flip phone che si ispira ai Pixel

Che Xiaomi voglia entrare di prepotenza nel settore degli smartphone pieghevoli, non è certo una novità. Negli ultimi mesi si sono infatti susseguite anticipazioni sull’attesissimo Mix Fold 2, con formato simile al Samsung Galaxy Fold 3, ma sembra che il gigante cinese abbia anche intenzione di lanciare un pieghevole “a conchiglia”, Xiaomi Flip.

Già visto in un brevetto l’anno scorso, disegni del telefono sono ora apparsi sul sito web della China National Intellectual Property Administration (CNIPA), che ne rivelano una certa somiglianza con il modulo fotocamera della serie Google Pixel 6

Come si può vedere dalle immagini, il telefono è dotato di tre ritagli circolari, uno dei quali potrebbe essere per il flash LED e gli altri due per le fotocamere. La cosa che spicca inoltre è la mancanza di un foro per la fotocamera anteriore, il che suggerirebbe la soluzione di una fotocamera sotto lo schermo (CUP). Inoltre i disegni rivelano la presenza dei pulsanti di accensione e volume sul bordo destro, mentre sul bordo inferiore si trovano la porta USB di tipo C, una griglia per gli altoparlanti e il carrello per la SIM.

Al momento non si hanno altre indicazioni, ma continuate a seguirci per essere sempre aggiornati.

L’articolo Xiaomi brevetta un flip phone che si ispira ai Pixel sembra essere il primo su Androidworld.


Xiaomi brevetta un flip phone che si ispira ai Pixel

Ecco perché gli smartphone Xiaomi stanno rincarando

Xiaomi è sempre più presente e protagonista nel mercato smartphone a livello mondiale, con i suoi modelli che ormai coprono tutte le fasce del mercato. Negli ultimi anni però abbiamo visto i prezzi degli smartphone Xiaomi salire costantemente.

Canale Telegram Offerte

Durante la più recente chiamata per gli investitori Xiaomi ha affrontato la questione dell’aumento dei prezzi relativo ai suoi smartphone sul mercato. Wang Xiang, il presidente della divisione smartphone del gigante cinese, ha affermato che i prezzi dei dispositivi Xiaomi continuano a salire perché l’azienda è sempre più improntata a integrare nei suoi device tecnologie avanzate e di fascia alta.

Questo porta Xiaomi a selezionare componenti sempre più di prim’ordine, con una conseguente necessità di alzare i prezzi sul mercato. Xiaomi ha comunque fatto sapere che continuerà a curare lo stesso i suoi dispositivi entry-level.

In ogni caso, i numeri sugli incassi non sono positivi per Xiaomi. L’ultimo report indica che le entrate annuali sono calate del 4,6% rispetto al primo trimestre 2020, così come l’utile netto è calato del 52,9% su base annua.

L’articolo Ecco perché gli smartphone Xiaomi stanno rincarando sembra essere il primo su Androidworld.


Ecco perché gli smartphone Xiaomi stanno rincarando

Qualcomm e Xiaomi 12 mostrano i muscoli: il primo video in 8K HDR su smartphone

Ad oggi nella parte più alta della piramide smartphone troviamo molti modelli equipaggiati con l’ultimo top di gamma lanciato da Qualcomm, il processore Snapdragon 8 Gen 1. Proprio con questo processore Qualcomm ha realizzato un nuovo record nel settore video.

Il video che vedete in fondo a questo articolo corrisponde al primo video al mondo in 8K HDR realizzato su smartphone. Lo smartphone in questione è stato Xiaomi 12, con il processore Snapdragon 8 Gen 1. Si tratta di un nuovo primato per Qualcomm, la quale mostrò il primo video in 4K registrato su smartphone con il processore Snapdragon 800.

Sempre Qualcomm è stata la prima a mostrare un video in 8K registrato su smartphone, equipaggiato con lo Snapdragon 865. Qui sotto trovate il primo video in 8K HDR registrato da smartphone, più in basso trovate anche la recensione dello Xiaomi 12 dal quale è stato registrato.

L’articolo Qualcomm e Xiaomi 12 mostrano i muscoli: il primo video in 8K HDR su smartphone sembra essere il primo su Androidworld.


Qualcomm e Xiaomi 12 mostrano i muscoli: il primo video in 8K HDR su smartphone