Il 2021 sarà l’anno in cui lo Xiaomi Mi MIX 4 sarà finalmente lanciato?

L’ultimo modello della linea MIX di Xiaomi è stato rilasciato nel maggio 2019, ed è da allora che il pubblico sta attendendo un suo successore. Sembrerebbe però che il 2021 sarà l’anno in cui questa attesa sarà finalmente conclusa. Infatti, sono trapelate delle speculazioni in merito allo Xiaomi Mi MIX 4 e un recente rapporto ha affermato che questo dispositivo verrà fornito con la tecnologia della fotocamera sotto lo schermo, similmente a quanto visto con il ZTE Axon 20 5G.

Altrettanto recentemente è apparso nel codice del sito ufficiale nel nostro Continente della società un riferimento proprio a questo dispositivo, il che andrebbe ad avvalorare ulteriormente quanto dichiarato dal noto leaker DigitalChatStation in merito ad una sua futura quanto breve uscita.

LEGGI ANCHE: TomTom AmiGO per Android Auto

Tuttavia, la sua entrata in scena dovrebbe avvenire in seguito al lancio dello Xiaomi Mi 11 Pro, che dovrebbe avvenire secondo i rumor tra febbraio e marzo 2021.

L’articolo Il 2021 sarà l’anno in cui lo Xiaomi Mi MIX 4 sarà finalmente lanciato? sembra essere il primo su AndroidWorld.


Il 2021 sarà l’anno in cui lo Xiaomi Mi MIX 4 sarà finalmente lanciato?

Xiaomi Mi Watch arriva su Amazon Italia: preordinatelo ora, le spedizioni stanno per iniziare

Xiaomi Mi Watch è disponibile su Amazon anche per il mercato italiano. Dopo oltre 3 mesi dalla presentazione ufficiale, il nuovo smartwatch di Xiaomi arriva nel nostro Paese e si annuncia subito come uno dei dispositivi da polso più interessanti nella sua fascia di prezzo.

Xiaomi Mi Watch ha un design sobrio e pulito, dominato da un display AMOLED da 1,39″ con una luminosità massima di 450 nit. Sul retro e all’interno della scocca integra una buona quantità di sensori: GPS, sensore di luminosità, barometro, giroscopio, accelerometro e sensore di battito cardiaco PPG, grazie al quale può registrare i livelli di saturazione dell’ossigeno del sangue (SpO2). Da notare anche l’implementazione delle funzionalità smart, in particolare il tracciamento del sonno e delle attività sportive. L’autonomia fino a 16 giorni con una singola ricarica.

LEGGI ANCHE: Tutto su Xiaomi Mi Watch

Al momento il prezzo di vendita su Amazon è leggermente superiore alle aspettative: Xiaomi Mi Watch viene venduto e spedito da Amazon a 140€ circa, con spedizioni a partire dal 15 gennaio 2021. Probabilmente il prezzo calerà non poco nelle prossime settimane, ma se volete prenotarlo sin da ora per riceverlo al più presto, vi basta andare a questo indirizzo o cliccare sui pulsanti a seguire.

Tutti i prodotti descritti potrebbero subire variazioni di prezzo e disponibilità nel corso del tempo, dunque vi consigliamo sempre di verificare questi parametri prima dell’acquisto.

Offerte Tecnologia

L’articolo Xiaomi Mi Watch arriva su Amazon Italia: preordinatelo ora, le spedizioni stanno per iniziare sembra essere il primo su AndroidWorld.


Xiaomi Mi Watch arriva su Amazon Italia: preordinatelo ora, le spedizioni stanno per iniziare

Nel 2021 ci sarà posto anche per Xiaomi Mi 11 Lite: ecco alcune specifiche e design (video)

A pochi giorni dal lancio ufficiale di Xiaomi Mi 11, trapelano interessanti dettagli sia sulla variante Pro che su quella Lite. Entrambe potrebbero arrivare nell’immediato futuro.

Dal Vietnam sono trapelati interessanti rumor sulle principali caratteristiche di Xiaomi Mi 11 Lite: il dispositivo potrebbe presentarsi sul mercato con un display IPS a risoluzione full HD+ e refresh rate a 120 Hz. Per il processore Xiaomi potrebbe affidarsi allo Snapdragon 732G, accoppiato a 6 GB di RAM e a 128 GB di storage interno.

LEGGI ANCHE: Xiaomi Mi 10 Ultra, la recensione

Non è escluso che Mi 11 Lite possa arrivare in Europa sotto altre spoglie, ovvero come POCO F2, il dispositivo che la consociata di Xiaomi dovrebbe lanciare nelle prossime settimane.

In attesa di ulteriori dettagli più accurati potete avere un assaggio del suo presunto design, accedendo al video disponibile tramite il player qui in basso.

L’articolo Nel 2021 ci sarà posto anche per Xiaomi Mi 11 Lite: ecco alcune specifiche e design (video) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Nel 2021 ci sarà posto anche per Xiaomi Mi 11 Lite: ecco alcune specifiche e design (video)

L’idea alla base di Xiaomi Mi MIX Alpha non è morta: cosa potremmo vedere in futuro (foto)

Tanti di voi si ricorderanno di Xiaomi Mi MIX Alpha, lo smartphone futuristico lanciato da Xiaomi quasi due anni fa e che non ha mai visto un risvolto consumer della sua commercializzazione. Nelle ultime ore sono trapelati online nuovi brevetti sulla stessa idea di smartphone.

I brevetti sono stati depositati sempre da Xiaomi presso il China National Intellectual Property Office a fine 2019 (la pubblicazione è invece avvenuta nei primi giorni del 2021) e grazie a LetsGoDigital possiamo dargli un’occhiata. La documentazione include due idee di smartphone, entrambe centrate sul concetto di display surround, ovvero un display che avvolge completamente il dispositivo, esattamente come Mi MIX Alpha.

LEGGI ANCHE: Xiaomi Mi 10 Ultra, la recensione

Le due idee di smartphone sono abbastanza simili, eccetto per il design del comparto fotografico: il primo prevede un sistema di fotocamere più numeroso mentre il secondo è più modesto. Un po’ come mostrato dai brevetti dei pieghevoli depositati da Xiaomi e discussi in questo articolo.

Al momento rimane ignoto se e come Xiaomi intenda usare i brevetti che abbiamo appena visto. Data la loro anzianità, presumiamo che il produttore cinese li abbia già sfruttati oppure accantonati. Torneremo ad aggiornarvi se dovessero emergere dettagli sugli smartphone con display surround.

L’articolo L’idea alla base di Xiaomi Mi MIX Alpha non è morta: cosa potremmo vedere in futuro (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.


L’idea alla base di Xiaomi Mi MIX Alpha non è morta: cosa potremmo vedere in futuro (foto)

Xiaomi non si ferma: iniziano le registrazioni per la MIUI 12.5 Closed Beta, questi i modelli compatibili

Xiaomi si conferma molto attenta al supporto software per i suoi dispositivi e, dopo aver avviato la distribuzione della sua MIUI 12 per moltissimi modelli, ha annunciato i primi passi per la MIUI 12.5.

Il produttore cinese ha appena annunciato l’apertura delle registrazioni alla MIUI 12.5 Closed Beta per alcuni dei suoi dispositivi in commercio. Si tratta di un Early Access per tali modelli, riservato esclusivamente a coloro che risiedono in Cina. Questi i dispositivi contemplati:

  • Xiaomi Mi 10, Xiaomi Mi 10 Pro, Xiaomi Mi 10 Ultra, Xiaomi Mi 10 Youth Edition
  • Redmi K30, Redmi K30 5G, Redmi K30 Pro 5G, Redmi K30i 5Gv, Redmi K30S Ultra, Redmi K30 Ultra
  • Xiaomi Mi 9, Xiaomi Mi 9 SE, Xiaomi Mi CC9e, Xiaomi Mi CC9 Pro
  • Redmi K20, Redmi K20 Pro
  • Redmi 10X 5G, Redmi 10X Pro 5G
  • Redmi Note 9 5G
  • Redmi Note 7, Redmi Note 7 Pro.

LEGGI ANCHE: Realme Watch S, la recensione

Questo non vuol dire che i dispositivi esclusi dalla lista non riceveranno la MIUI 12.5. Questa lista non rappresenta altro che un primo batch per il test della nuova versione della MIUI. Torneremo ad aggiornarvi quando emergeranno ulteriori dettagli per il rilascio in Europa.

L’articolo Xiaomi non si ferma: iniziano le registrazioni per la MIUI 12.5 Closed Beta, questi i modelli compatibili sembra essere il primo su AndroidWorld.


Xiaomi non si ferma: iniziano le registrazioni per la MIUI 12.5 Closed Beta, questi i modelli compatibili

Smartphone pieghevoli: Xiaomi entra nel mercato in grande stile?

Dopo il timido approccio dei dispositivi pieghevoli al mercato smartphone, sempre più produttori si stanno cimentando nella realizzazione del proprio foldable. Produttori come OPPO e Xiaomi stanno lavorando per debuttare in questo mercato già nel 2021, e vogliono farlo in grande stile. Xiaomi in particolare, secondo quanto riportato in un tweet di Ross Young (CEO di Display Supply Chain Consultants), avrebbe in programma di lanciare tre smartphone pieghevoli nel corso del prossimo anno. Ognuno di questi dovrebbe essere richiudibile in un modo diverso: uno verso l’esterno, uno verso l’interno e infine uno a conchiglia.

LEGGI ANCHE: Samsung ridurrà leggermente le dimensioni dei display di Galaxy Z Fold 3, ma per un buon motivo

Non ci è ancora dato sapere quale di questi sarà il primo a vedere la luce. All’inizio di quest’anno, si vociferava che Xiaomi avesse effettuato un ordine di pannelli OLED pieghevoli ai fornitori Samsung e LG. La tipologia di schermo in questione lasciava intendere che fossero destinati a uno smartphone a conchiglia. Purtroppo non si hanno ancora notizie ufficiali riguardo a questi dispositivi, motivo per cui vi invitiamo a prendere queste informazioni “con le pinze” in attesa di qualche annuncio da parte dei diretti interessati.

L’articolo Smartphone pieghevoli: Xiaomi entra nel mercato in grande stile? sembra essere il primo su AndroidWorld.


Smartphone pieghevoli: Xiaomi entra nel mercato in grande stile?

Brutte notizie per Redmi Y3, Redmi 7, Redmi 6 / 6A: la MIUI 12 non arriverà, marcia indietro di Xiaomi

Quelle che sono emerse nelle ultime ore non sono delle notizie positive per i possessori di alcuni smartphone di gamma media e medio-bassa di Xiaomi. Si tratta di una marcia indietro del produttore cinese relativamente al rilascio della MIUI 12.

Diversi mesi fa Xiaomi avevano condiviso una lista di dispositivi che avrebbero ricevuto l’aggiornamento ufficiale alla MIUI 12. In questa lista erano inclusi Redmi Y3, Redmi 7, Redmi 6 / 6A. Purtroppo per loro, Xiaomi ha fatto marcia indietro e, tramite un annuncio sul canale Telegram Mi Fans Home, ha comunicato che questi smartphone non riceveranno la MIUI 12 a causa di problemi di compatibilità e di basse performance.

LEGGI ANCHE: POCO M3, la recensione

Questi dispositivi dunque rimarranno fermi alla MIUI 11 basata su Android Pie e di conseguenza non potranno godersi le novità introdotte con la MIUI 12, ne quelle apportate da Android 10 e Android 11. L’alternativa resta il modding.

L’articolo Brutte notizie per Redmi Y3, Redmi 7, Redmi 6 / 6A: la MIUI 12 non arriverà, marcia indietro di Xiaomi sembra essere il primo su AndroidWorld.


Brutte notizie per Redmi Y3, Redmi 7, Redmi 6 / 6A: la MIUI 12 non arriverà, marcia indietro di Xiaomi

Xiaomi mette la freccia: arriva il sorpasso su Huawei in Europa

Fino all’anno scorso Huawei sembrava avere la strada spianata verso il dominio del mercato smartphone a livello mondiale, non solo grazie al successo che ha da sempre acquisito in Asia ma anche per quello costruito in Occidente. Poi è arrivato il ban del governo statunitense che ha spostato gli equilibri.

Mentre Samsung rimane al comando del settore smartphone, un altro produttore ha morso le caviglie e, infine, completato il sorpasso ai danni di Huawei: parliamo prevedibilmente di Xiaomi, il produttore cinese che, secondo gli ultimi numeri presentati da Strategy Amalytics, ha superato Huawei per quota di mercato in Europa, andando a occupare la seconda posizione dietro Samsung.

LEGGI ANCHE: rimanete aggiornati sul Black Friday 2020

Il sorpasso di Xiaomi ai danni di Huawei si è concretizzato particolarmente in paesi come la Spagna, dove addirittura Xiaomi domina il mercato smartphone al pari di Samsung, l’Italia, la Germania, la Francia e il Regno Unito.

Quanto appena detto si riflette anche in termini di modelli più venduti nei principali mercati europei: nella top 10 dei dispositivi più venduti troviamo, nei paesi citati sopra, almeno 3 dispositivi Xiaomi.

L’articolo Xiaomi mette la freccia: arriva il sorpasso su Huawei in Europa sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Android 11 per Xiaomi e Redmi: ecco quali modelli riceveranno il major update

Android 11 è arrivato ormai in pianta stabile da un paio di mesi sui Pixel di Google, e i vari produttori di smartphone si sono messi a lavoro per implementare la nuova versione Android sui loro dispositivi. Nelle ultime ore sono trapelati online i dettagli sulle modalità di aggiornamento per i device Xiaomi e Redmi.

La lista degli smartphone designati per ricevere il major update ad Android 11 arriva da una fonte ufficiosa collegata a Xiaomi. Andiamo a vedere quali sono i modelli che potranno godersi Android 11 in via ufficiale attraverso la MIUI:

LEGGI ANCHE: rimanete aggiornati sul Black Friday 2020

Sempre dalla stessa fonte, arriva la lista dei dispositivi che sicuramente non riceveranno Android 11 in via ufficiale:

  • Xiaomi Mi CC9e
  • Redmi Note 8 Pro, Redmi Note 8T, Redmi Note 8
  • Redmi-Note 7 Pro, Redmi Note 7/7S
  • Redmi 8, Redmi 8A Dual, Redmi 8A
  • Xiaomi Mi Mix 3 5G
  • Xiaomi Mi Mix Alpha.

Al momento non sono note le tempistiche di aggiornamento con le quali Xiaomi prevede di distribuire Android 11 sui suoi dispositivi. Vi ricordiamo che per alcuni di quelli citati nella prima lista, il produttore cinese ha già lanciato il programma di beta testing di Android 11.

L’articolo Android 11 per Xiaomi e Redmi: ecco quali modelli riceveranno il major update sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Xiaomi Mi 11 scalda i motori con il suo Snapdragon 875 (foto)

Xiaomi è uno dei produttori di smartphone attualmente più attivi nel panorama globale e continua a dimostrarlo attivamente nelle diverse fasce di mercato. Nelle ultime ore sono emersi i primi dettagli sul suo presunto prossimo top di gamma.

Su Geekbench è emerso un primo test sul dispositivo Xiaomi identificato dal codice M2012K11C: questo dispositivo è stato testato con Android 11 a bordo, 6 GB di RAM e un processore Snapdragon non ancora lanciato sul mercato, il quale si affiderebbe alla GPU Adreno 660. È lecito aspettarsi che questo SoC sia proprio lo Snapdragon 875, il nuovo top di gamma di casa Qualcomm.

LEGGI ANCHE: rimanete aggiornati sul Black Friday 2020

Se la caratura del processore dovesse essere confermata, e considerando anche il codice identificativo trapelato, immaginiamo che il dispositivo testato possa essere quello che arriverà in futuro come Xiaomi Mi 11. Vi terremo aggiornati sui prossimi sviluppi.

L’articolo Xiaomi Mi 11 scalda i motori con il suo Snapdragon 875 (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Offerte Mi Store in anticipo per il Single Day: con questo coupon risparmiate 11€ su Xiaomi e Redmi (Ultimi giorni)

Il Mi Store celebra il Single Day dell’11 novembre 2020 partendo con qualche giorno d’anticipo. Le nuove offerte speciali dello store ufficiale Xiaomi e Redmi saranno attive dal 2 al 15 novembre 2020 e permetteranno di risparmiare non poco su tutti i modelli più interessanti. In particolare, è previsto un codice sconto che dà diritto ad un taglio di prezzo di 11€ su una vasta selezione di prodotti. E poi, come sempre, sono disponibili anche le offerte del giorno in orari specifici, da non lasciarsi sfuggire.

Offerte 11.11

Da oggi e fino al 15 novembre 2020 sarà possibile utilizzare il seguente coupon per ottenere uno sconto pari a 11€ sul totale della propria spesa su Mi Store:

1111XIAOMI

Attenzione perché il coupon è valido solo per una spesa minima di 110€, fino al 15 novembre 2020. Si può sfruttare su tutto il catalago del Mi Store, ad esclusione degli acquisti riguardanti i modelli della nuova famiglia Xiaomi Mi 10T.

Tra i dispositivi inclusi nella promo segnaliamo Redmi Note 9 Pro, POCO X3 NFC, Xiaomi Mi Note 10 Lite e tanti accessori dell’ecosistema Mi. Cliccando sul pulsante a seguire potrete andare sulla pagina dedicata alla promozione e scoprire tutti gli altri smartphone e accessori in offerta.

OFFERTE 11.11

Offerte del giorno

Proseguono anche le offerte del giorno, valide solo nelle ore e nei giorni indicati. I modelli in promozione questa settimana sono quelli che trovate elencati di seguito, tutti disponibili a questo indirizzo o cliccando sul pulsante in basso.

  • 2 novembre (11-13): Xiaomi Mi 10 (8 GB + 256 GB) a 699,90€
  • 2 novembre (13-15): Redmi Note 8 Pro (6 GB + 64 GB) a 159,90€
  • 2 novembre (16-18): Xiaomi Mi 10 Lite 5G (6 GB + 64 GB) a 279,90€
  • 2 novembre (19-21): Redmi Note 9S (4 GB + 64 GB) a 169,90€
  • 2 novembre (22-24): POCO F2 Pro (8 GB + 128 GB) a 379,90€
  • 3 novembre (11-13): Xiaomi Mi 10 (8 GB + 256 GB) a 699,90€
  • 3 novembre (13-15): Redmi Note 9S (6 GB + 128 GB) a 209,90€
  • 3 novembre (16-18): Xiaomi Mi 10 Lite 5G (6 GB + 64 GB) a 279,90€
  • 3 novembre (19-21): Redmi Note 9S (4 GB + 64 GB) a 169,90€
  • 3 novembre (22-24): POCO F2 Pro (8 GB + 128 GB) a 379,90€
  • 4 novembre (11-13): Xiaomi Mi 10 (8 GB + 256 GB) a 699,90€
  • 4 novembre (13-15): Redmi Note 9S (6 GB + 128 GB) a 209,90€
  • 4 novembre (16-18): Xiaomi Mi 10 Lite 5G (6 GB + 64 GB) a 279,90€
  • 4 novembre (19-21): Redmi Note 9S (4 GB + 64 GB) a 169,90€
  • 4 novembre (22-24): POCO F2 Pro (8 GB + 128 GB) a 379,90€
  • 5 novembre (11-13): Xiaomi Mi 10 Lite 5G (6 GB + 64 GB) a 279,90€
  • 5 novembre (13-15): Redmi Note 8 Pro (6 GB + 64 GB) a 159,90€
  • 5 novembre (16-18): Redmi Note 9S (4 GB + 64 GB) a 169,90€
  • 5 novembre (19-21): POCO F2 Pro (8 GB + 128 GB) a 379,90€
  • 5 novembre (22-24): Redmi Note 9S (6 GB + 128 GB) a 209,90€
  • 6 novembre (11-13): Xiaomi Mi 10 Lite 5G (6 GB + 64 GB) a 279,90€
  • 6 novembre (13-15): Redmi Note 8 Pro (6 GB + 64 GB) a 159,90€
  • 6 novembre (16-18): Redmi Note 9S (4 GB + 64 GB) a 169,90€
  • 6 novembre (19-21): POCO F2 Pro (8 GB + 128 GB) a 379,90€
  • 6 novembre (22-24): Redmi Note 9S (6 GB + 128 GB) a 209,90€

OFFERTE DEL GIORNO

Inoltre, è sempre disponibile lo sconto extra di 5€ per i nuovi clienti che effettuano il primo ordine tramite l’app ufficiale del Mi Store su smartphone.

LEGGI ANCHE: Tutto sul Black Friday 2020

Se tutte queste offerte non vi dovessero bastare, potete dare uno sguardo anche agli sconti per prodotti Xiaomi e Redmi disponibili su Amazon, che in molti casi propongono prezzi ancora più bassi rispetto allo store ufficiale. Trovate a seguire una breve selezione dedicata.

Aggiornamento06-11-2020 ore 11:27

Abbiamo aggiunto alla lista delle offerte del giorno i nuovi prodotti in sconto. Controllate nella selezione in alto!

Tutti i prodotti descritti potrebbero subire variazioni di prezzo e disponibilità nel corso del tempo, dunque vi consigliamo sempre di verificare questi parametri prima dell’acquisto.

Offerte Tecnologia

L’articolo Offerte Mi Store in anticipo per il Single Day: con questo coupon risparmiate 11€ su Xiaomi e Redmi (Ultimi giorni) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Xiaomi vuole rivoluzionare la fotografia su smartphone con un nuovo sensore telescopico retrattile (video e foto)

Proprio oggi hanno preso il via i lavori all’ultima Mi Developers Conference organizzata da Xiaomi. Tra le novità svelate finora è risaltata l’innovativa tecnologia sviluppata per la fotocamera su smartphone. La lente presentata, grazie a un meccanismo periscopico retrattile, sarebbe in grado di allungarsi al di fuori della scocca del telefono. Inoltre sfruttando una maggiore apertura otterrebbe un aumento della quantità di luce del 300% e un miglioramento della nitidezza del 20%.

Per quanto il filmato e le gif estrapolate, che potete ammirare qui sotto, possano stupire ci sono ancora molti dettagli che mancano all’appello. Xiaomi avrebbe dichiarato che la maggiore nitidezza sarebbe raggiunta attraverso una nuova tecnologia di stabilizzazione, ma non ha specificato quale sarebbe l’esatto valore dell’apertura della lente né quale sia il livello dello zoom.

LEGGI ANCHE: Black Friday 2020

Non si sa nemmeno quale potrebbe essere il primo smartphone a potersi fregiare della novità, ma di sicuro il meccanismo – che ricorda molto le compatte punta & scatta – avrà bisogno di essere messo a punto prima di poterlo vedere dal vivo. Forse anche per questo motivo non è stata svelata una possibile data per la commercializzazione del sensore.

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

L’articolo Xiaomi vuole rivoluzionare la fotografia su smartphone con un nuovo sensore telescopico retrattile (video e foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Xiaomi è il terzo top vendor di smartphone al mondo

AGI – Xiaomi ha conquistato il terzo gradino del podio della classifica dei top vendor per smartphone distribuiti nel terzo trimestre del 2020.

L’ultimo rapporto Canalys (Q3 2020) conferma la scalata dell’azienda che sta divorando soprattutto in Occidente le quote di mercato lasciate scoperte da Huawei e capitalizza il successo del modello di business fondato sulla creazione di un ecosistema tecnologico che va dalla domotica ai monopattini elettrici. 

“Siamo orgogliosi di questo traguardo raggiunto, nonostante il periodo davvero delicato che tutti noi stiamo vivendo” ha affermato Leonardo Liu, General Manager di Xiaomi Italia, “Nel prossimo decennio continueremo a lavorare seguendo i nostri principi guida, non smettendo quindi mai di ricercare innovazione e di esplorare nuove strade per offrire la migliore tecnologia al miglior rapporto qualità-prezzo”.

Secondo i risultati preliminari pubblicati da IDC nel Worldwide Quarterly Mobile Phone Tracker, Xiaomi ha spedito 46,5 milioni di dispositivi conquistando così il terzo posto a livello globale, battendo per la prima volta Apple con una quota di mercato del 13,1% e una crescita del 42,0%. Tutto questo grazie ai guadagni in India e alla forte e continua presenza in Cina, che ha rappresentato il 53% del volume di spedizioni dell’azienda nel Q3 2020.

Infine, un’ulteriore conferma arriva anche dal più recente studio Market Monitor Service di Counterpoint, da cui emerge che Xiaomi è cresciuta del 75% QoQ conquistando il 13% delle quote di mercato del trimestre.

Agi

Arriva Xiaomi Mi Pai: una valida alternativa a Chromecast, e non ha neanche bisogno di internet

Si chiama Xiaomi Mi Pai e potrebbe essere una delle più valide alternative a Chromecast. Non tanto alla recente iterazione del dongle di Google, dotato adesso di Android TV, quanto più delle generazioni passate, che sostanzialmente servivano a proiettare (in gergo castare) i contenuti dello smartphone su grande schermo.

Xiaomi Mi Pai, a differenza di Chromecast, è però costituito da due dongle, uno HDMI da collegare al televisore, l’altro USB Type-C da collegare ad uno smartphone, ad un laptop o altri dispositivi simili. Si possono collegare anche più dongle USB Type-C ad un singolo dongle HDMI, variando la fonte di input con la pressione di un tasto.

Proprio per via della presenza dei due dongle, Mi Pai non necessita del collegamento ad una Wi-Fi. Sono i due dongle a comunicare direttamente tra di loro sfruttando il loro protocollo di trasmissione (Wi-Fi a 2,4 o 5 GHz). I sistemi operativi supportati sono Android (ovviamente), Windows 7 o superiori, macOS 10.10 e superiori. Il raggio di azione è pari a circa 10 metri.

E per quanto riguarda la qualità dell’immagine? Mi Pai trasmette in full HD a 60 Hz, non all’altezza quindi delle più costosi varianti di Chromecast, ma il prezzo previsto per la Cina è sufficientemente contenuto, 299 yuan (circa 37€). Un dispositivo, come testimoniano le immagini illustrative pubblicate da Xiaomi, che non serve solo per un uso domestico ma anche professionale. Non sappiamo però se e quando Xiaomi lancerà Mi Pai sul mercato occidentale, ma come al solito è molto probabile che si facile da reperire sui vari eshop cinesi.

L’articolo Arriva Xiaomi Mi Pai: una valida alternativa a Chromecast, e non ha neanche bisogno di internet sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld

Xiaomi brevetta un nuovo pieghevole: spunta una potenziale marcia in più rispetto ai rivali (foto)

Xiaomi è tra i produttori di smartphone sicuramente più attivi, in particolare nel mercato italiano, negli ultimi anni. Tra i prodotti che ha lanciato però non abbiamo ancora visto un dispositivo pieghevole, tipologia per la quale ha già depositato alcuni brevetti.

L’ultimo brevetto depositato da Xiaomi e approvato dal China National Intellectual Property Administration (CNIPA) ha come protagonista una tipologia di pieghevole particolare, che sicuramente non abbiamo visto finora: il concept generale è lo stesso che anima il Galaxy Z Fold 2 di Samsung, lanciato poche settimane fa, ma il display esterno è quello che lo distinguerebbe maggiormente per il meccanismo a scorrimento verticale per liberare il sistema di fotocamere.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy Z Fold 2, la recensione

Un sistema a scorrimento per svelare il modulo fotografico anteriore l’abbiamo già visto su OPPO Find X ma mai su uno smartphone pieghevole. Le altre immagini allegate al brevetto, che potete vedere nella galleria in basso, mostrano la presenza di un ulteriore modulo fotografico posteriore.

Il nuovo brevetto depositato da Xiaomi non fornisce la certezza che vedremo la concretizzazione del dispositivo ideato dal produttore cinese. Vi terremo aggiornati sugli eventuali ulteriori sviluppi.

L’articolo Xiaomi brevetta un nuovo pieghevole: spunta una potenziale marcia in più rispetto ai rivali (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

AndroidWorld